Come richiedere online la visura ipotecaria dell’immobile in pochi passaggi

Se stai pensando di comprare casa da privati, tramite agenzia immobiliare oppure se vuoi partecipare ad un’asta immobiliare, potrebbe rivelarsi molto utile chiedere la visura ipotecaria.

All’interno di questo documento si trovano tantissime informazioni fondamentali per chi desidera saperne di più su un immobile. La visura ipotecaria di un immobile è utile anche per chi vuole vendere casa o vuole sapere se è stato avviato un procedimento giudiziario su di esso. Ciò perché all’interno della visura si trovano eventuali decreti ingiuntivi e pignoramenti.

In poche parole, una visura ipotecaria permette di conoscere tutti i dettagli e la storia di un’abitazione. La buona notizia è che questo importante documento si può reperire facilmente online. Ecco le istruzioni per farlo e cosa si può sapere tramite la visura ipotecaria di un immobile.

Cos’è la visura ipotecaria di un immobile e cosa contiene

La visura ipotecaria, chiamata anche visura ipocatastale o accertamento immobiliare, può essere paragonata alla “carta d’identità” di un’unità immobiliare. Al suo interno si trovano informazioni fondamentali per chi vuole acquistare casa, vendere o, semplicemente, vuole compiere un controllo approfondito.

La visura ipotecaria di un immobile contiene diverse informazioni: l’identità dell’intestatario, i gravami presenti, le trascrizioni su di esso, i dati catastali e altro ancora. Per questo è uno dei documenti più richiesti e scaricati.

Tra i vari motivi che possono spingere un cittadino a richiedere la visura ipotecaria di un immobile c’è l’esigenza di conoscere in anticipo la presenza di un pignoramento immobiliare. La visura infatti contiene i primi 30 atti trascritti e registrati che si riferiscono all’immobile e al suo proprietario come compravendita, donazioni, pignoramenti e ipoteche.

Come richiedere la visura ipotecaria di un immobile

La visura è un atto pubblico reso disponibile dall’Agenzia delle Entrate. Essendo un atto pubblico, chiunque ha diritto di prenderne visione, così come stabilisce l’articolo 2673 del Codice civile.

Esistono diversi modi per avere la visura ipotecaria:

  • presentarsi di persona presso gli uffici di Pubblicità Immobiliare nel Comune di appartenenza e compilare i moduli per avanzare la richiesta
  • online tramite portali web specializzati
  • tramite l’agenzia immobiliare, se si tratta di un immobile in vendita con intermediazione

Attenzione però, se vuoi richiedere la visura devi essere in possesso di alcune informazioni che servono a identificare l’immobile oggetto della verifica. Servono i dati seguenti:

  • tipologia di immobile, se terreno o fabbricato
  • dove è ubicato  (comune e provincia)
  • foglio, particella e subalterno
  • dati dell’intestatario, quindi nome, cognome e codice fiscale
  • dati identificativi della società (se proprietaria dell’immobile), cioè ragione sociale, codice fiscale e partita Iva

Come consultare la visura ipotecaria: le istruzioni

Uno dei modi per avere la visura ipotecaria di un immobile è tramite il sito dell’Agenzia delle Entrate. Questa modalità è gratuita e si può fare interamente online.

Per farlo dovrai accedere al portale telematico dell’Agenzia delle Entrate alla sezione “Consultazione persone”. Per accedervi sono necessari SPID o la Carta di identità elettronica (CIE) o la Carta Nazionale dei Servizi.

Ciascun cittadino può consultare la banca dati ipotecaria relativamente agli immobili di cui è titolare. Questo è il link utile per poter effettuare la ricerca: Accedi al servizio Consultazione personale

Cos’è l’ispezione ipotecaria telematica

L’Agenzia delle Entrate consente di prendere visione della visura ipotecaria dell’immobile anche a chi non è il proprietario. Ciò è reso possibile grazie all’Ispezione ipotecaria telematica. Il richiedente può effettuare la ricerca a partire dal nome della persona che ne è titolare, dai dati catastali o per territorio.

Sono necessarie alcune informazioni: in particolare gli estremi identificativi (registro particolare o generale), l’anno in cui è avvenuta la formalità e i dati di almeno un soggetto o di un immobile presente nel documento. Senza queste informazioni sarà impossibile ottenere la visura online.

A differenza della visura personale, in questo caso il servizio si deve pagare. La tariffa è indicata dall’Agenzia delle Entrate:

Per ogni nominativo e per ogni immobile oggetto della ricerca sono dovuti 9,45 euro. Se nell’elenco sintetico relativo al soggetto sono presenti più di 30 formalità, sono corrisposti ulteriori 4,73 euro per ogni gruppo di 15 formalità.

Attenzione al fattore temporale, la visura è disponibile per i 10 giorni successivi alla data di pagamento. Trascorso questo tempo, non sarà più possibile visualizzarla o scaricarla.

Come faccio a sapere se ho un pignoramento in corso?

Come anticipato, la visura ipotecaria di un immobile è uno dei modi in cui si può sapere se è in corso un pignoramento. Nella visura sono presenti gli atti trascritti di diversa natura come mutui, pignoramenti, ipoteche giudiziarie e citazioni. La visura può essere richiesta anche in relazione ad un immobile all’asta.

Ciò è utile per conoscere i dettagli della casa per la quale si intende partecipare e verificare se si tratta di un affare. In effetti, nel caso delle aste, i dati catastali e la presenza di eventuali gravami si trovano nei documenti forniti dal tribunale (in particolare nell’avviso di vendita e nella perizia).

Ma non sempre consultarli è agevole per chi non è esperto del settore. La buona notizia è che Immobiliallasta.it  ti semplifica la vita! Sul portale online puoi trovare immobili all’asta di ogni tipo e avere il supporto competente di chi può guidarti in tutte le fasi dell’asta. Farsi scappare questa occasione sarebbe un vero peccato!


Iscriviti per ricevere la newsletter settimanale

Lascia un commento