Visura castale terreno: le informazioni indispensabili

La visura catastale non esiste soltanto per gli immobili, appartamenti o ville. Anche i terreni vengono identificati dal Catasto con l’elencazione dettagliata delle loro caratteristiche.
La visura catastale di un terreno serve, ad esempio, per conoscere i dati identificativi, il proprietario, il classamento, eventuali frazionamenti e così via.

Questo particolare tipo di visura serve nei casi in cui si voglia procedere ad una compravendita oppure ad una successione o locazione; inoltre è utile per calcolare le imposte da pagare e le detrazioni da indicare nella Dichiarazione dei redditi. Di seguito tutte le informazioni importanti sulla visura catastale del terreno: come richiederla, quanto costa e in quali casi è necessaria.

Visura catastale terreno: ecco come farla

Chi, per qualsivoglia motivo, abbia bisogno di una visura catastale di un terreno, deve seguire la procedura standard indicata dall’Agenzia delle Entrate. Per farlo occorre rivolgersi all’Agenzia del Territorio o tramite i servizi online dell’Agenzia delle Entrate.

Per chi si reca negli sportelli fisicamente, la visura catastale del terreno viene consegnata in formato cartaceo; invece chi la “scarica” online riceverà la visura in formato pdf.

Attenzione ad un dettaglio, per fare la visura catastale di un terreno (come avviene per la visura immobiliare) serve essere in possesso di alcune informazioni, per esempio i dati anagrafici del proprietario.

A cosa serve?

Visto cos’è e come si fa la visura catastale di un terreno, analizziamo i casi in cui è necessaria. Quando e a cosa serve? Questa documentazione serve quando si vogliono conoscere alcuni dati di un determinato terreno o appezzamento, sia i dati anagrafici delle persone fisiche o giuridiche, sia le informazioni fiscali.
La visura catastale, inoltre, è indispensabile quando si procede ad alcuni atti notarili:

  • compravendita
  • successione ereditaria
  • donazione
  • divisioni patrimoniali

Visura catastale terreno: le istruzioni per leggerla

Trattandosi di un documento tecnico, per chi non è esperto del settore non è semplice leggere correttamente una visura catastale. Il documentario è diviso in due colonne, da una parte ci sono i dati identificativi del terreno (cioè le coordinate catastali del terreno) e da una parte i dati di classamento (la qualità e la classe dell’appezzamento). Questi ultimi sono indispensabili per calcolare le imposte da versare all’Agenzia delle Entrate.
In fondo alla visura catastale del terreno ci sono poi le annotazioni su eventuali frazionamenti. Ecco un fac-simile di visura catastale del terreno che mostra le informazioni in essa contenuta:

Quanto costa

Passando al lato economico, il rilascio della visura catastale di un terreno è soggetto al pagamento di alcune imposte. Chi procede per via telematica, con il rilascio di una vista in formato pdf, deve pagare una imposta che parte da 1,35 euro. Invece la consultazione è priva di costi, quindi gratis, se a richiederla è colui o colei che è titolare del terreno, proprietario, con diritto di reale di godimento o altro diritto.

Sai che si possono comprare terreni a basso prezzo nelle aste? Ebbene sì, le aste immobiliari riguardano sia abitazioni singole o in condominio sia terreni agricoli. Il vantaggio delle aste è senza dubbio il prezzo: i terreni in asta possono costare fino al 40% in meno rispetto al mercato tradizionale! Se non sai dove trovare terreni o case all’asta, Immobiliallasta.it è il sito che fa per te: qui ci sono tantissimi annunci in tutta Italia e personale esperto ti aiuterà nelle diverse fasi della vendita! Un modo economico e sicuro per comprare terreni a prezzi modici.


Iscriviti per ricevere la newsletter settimanale

Lascia un commento