Comprare casa all'asta con nuda proprietà, cosa significa e perché conviene? Scopriamolo in questo approfondimento.

La vendita della nuda proprietà all’asta conviene? E perché?

In questo articolo vedremo innanzitutto cosa significa “nuda proprietà” e, in secondo luogo, come funziona la vendita all’asta senza usufrutto.

Anche la nuda proprietà, infatti, come gli altri diritti reali, può essere pignorata e messa all’asta.

Vuoi sapere quali sono i vantaggi della vendita all’asta della nuda proprietà? Non perdere questo articolo!

Cos’è la nuda proprietà

Quante volte hai sentito parlare di nuda proprietà senza capire (veramente) di cosa si tratti?

Dal punto di vista giuridico, per nuda proprietà si intende una proprietà privata (ad esempio un immobile) alla quale non si accompagna il diritto di godere del bene.

Detto nella maniera più semplice possibile, si tratta di nuda proprietà quando una casa è stata venduta con il vincolo che il precedente proprietario la abiti fino alla sua morte.

In gergo tecnico, si dice che con la nuda proprietà si acquisisce la titolarità dell’immobile senza l’usufrutto sullo stesso.

Per tale motivo spesso si fa confusione con il diritto di abitazione, un altro diritto reale in cui ci si può imbattere quando si compra all’asta e che impedisce all’aggiudicatario di entrare in possesso del bene acquistato.

 

Vendita all’asta nuda proprietà

Non è raro che la nuda proprietà su un immobile venga venduta all’asta. In tal caso, le regole di presentazione dell’offerta, dei rilanci e di aggiudicazione non subiscono alcuna variazione.

L’unica differenza rilevante è che chi si aggiudica l’immobile non potrà abitarvi nell’immediato, perché al suo interno continuerà a viverci l’usufruttuario.

In altre parole, la nuda proprietà passa dal debitore esecutato all’aggiudicatario senza alterare il diritto di usufrutto nei confronti di terzi.

Offerta minima e base d’asta della nuda proprietà sono generalmente molto vantaggiose per chi partecipa alla vendita giudiziaria. Ciò perché la perizia di stima dell’immobile – necessaria per stabilire il prezzo di partenza – deve tener conto del fatto che l’immobile è e sarà occupato anche dopo l’aggiudicazione.

Ma attenzione: se ti aggiudichi una nuda proprietà all’asta non potrai disporre pienamente del bene (venderlo o affittarlo) prima del decesso dell’usufruttuario!

Conviene comprare una nuda proprietà all’asta?

Comprare una nuda proprietà all’asta, o sul libero mercato, è un investimento vantaggioso se non hai fretta di abitare nell’immobile. Un classico esempio è quello dei genitori che acquistano una nuda proprietà per il figlio piccolo.

Si tratta di un’operazione economicamente conveniente per diverse ragioni:

  • il prezzo di vendita della nuda proprietà sull’immobile è notevolmente inferiore rispetto al valore di mercato
  • l’acquirente non deve pagare le spese condominiali, che restano a carico di chi continua a vivere nell’immobile
  • le imposte relative alla compravendita della nuda proprietà sono a carico dell’usufruttuario

Se hai dubbi o domande scrivici un commento qui sotto e ti risponderemo. Oppure iscriviti alla nostra newsletter per continuare a ricevere informazioni utili su come partecipare alle aste immobiliari e sul mercato degli investimenti immobiliari.

Se invece sei pronto a partecipare ad un’asta immobiliare, facci sapere cosa stai cercando e ti terremo informato sulle prossime aste che potrebbero interessarti!


Iscriviti per ricevere la newsletter settimanale

Lascia un commento