Dopo aver comprato la casa all'asta dei tuoi sogni, e dopo aver chiesto il il mutuo, la domanda che ti sorge spontanea è "Quanto tempo devo aspettare per avere il mutuo?"

Uno dei problemi più grandi quando vuoi avventurarti nell’acquisto di una casa all’asta può essere la questione soldi, quindi sicuramente se non hai la liquidità per comprare tutta la casa, starai considerando l’opzione “mutuo”. Devi stare molto attento e sapere esattamente a cosa vai incontro se non vuoi perdere i tuoi risparmi. Non aspettare altro tempo, prendi carta e penna e inizia subito a leggere quest’articolo.

Tempi erogazione mutuo asta

Partiamo dal presupposto che il mutuo che dovrai richiedere per una casa all’asta non è così diverso da un mutuo ipotecario, l’unica cosa che cambia è la tempistica di erogazione. Per l’erogazione del mutuo, salvi imprevisti, in media ci vogliono massimo 60 giorni, come specificato anche nell’articolo “Come comprare casa all’asta con mutuo: tutto quello che c’è da sapere”

Ricorda che dal momento in cui sarai l’aggiudicatario dell’immobile avrai generalmente 120 giorni, o alcune volte anche meno, per il saldo prezzo, quindi ti consiglio bene di leggere sul bando la tempistica e di avere tutto sotto controllo con la banca.

Ovviamente ci sono dei passaggi da rispettare prima che la banca ti conceda il mutuo:

  • Presentare i documenti richiesti dalla banca
  • Valutazione preliminare della banca sui documenti presentati
  • Approvazione dei documenti e inizio dell’istruttoria
  • Perizia sull’immobile comprato
  • Appuntamento dal notaio
  • Erogazione mutuo

Documenti richiesti dalla banca

La banca, prima di concedere il mutuo, vuole accertarsi che la somma che concederà al cliente gli verrà restituita. Infatti, la banca chiede dei documenti ben precisi.

  • Carta d’identità in corso di validità
  • Codice fiscale
  • Certificato di nascita
  • Certificato di residenza
  • Certificato di stato di famiglia
  • Fotocopia ultimi estratto conto
  • Modello Cud (se lavoratore dipendente)
  • Certificato di servizio (se lavoratore dipendente)
  • Fotocopia busta paga (se lavoratore dipendente)
  • Modello unico (se lavoratore autonomo)

Qualora dovessi richiedere il mutuo dopo l’aggiudicazione dell’immobile all’asta, dovrai consegnare, oltre ai tuoi documenti personali, anche la perizia, il verbale di aggiudicazione e la scheda catastale.

Valutazione della banca sui documenti presentati e istruttoria

Dopo aver presentato tutti i documenti necessari per richiedere il mutuo, la banca si prende del tempo, dalle due settimana fino a un mese, per valutare i documenti e per poi procedere con l’istruttoria. In questa fase la banca analizza tutta la situazione  finanziaria e reddituale del richiedente per essere certa che possa rimborsare la somma che gli verrà data in prestito. Successivamente un perito stimerà il valore dell’immobile e solo dopo aver eseguito questi passaggi vi verrà dato l’ok per ricevere il mutuo.

Appuntamento notaio ed erogazione mutuo

Ultimo passaggio è quello di fissare appuntamento con il notaio per poter stipulare l’atto pubblico di finanziamento. Come sai per l’acquisto di un immobile in asta non è necessario il notaio, ma per un atto di mutuo con ipoteca volontaria sì.

Le tempistiche di erogazione mutuo cambiano a seconda dell’istituto bancario a cui ci rivolgiamo. Il nostro consiglio è quello di giocare d’anticipo e non aspettare troppo tempo a richiedere il mutuo.

Mutuo per casa all’asta: come scegliere la banca

Ogni Tribunale possiede convenzioni con alcune banche per erogare mutui per acquistare un’immobile in asta. Dopo esserti aggiudicato l’immobile all’asta, devi andare in una di queste banche a chiedere il mutuo, però devi stare molto attento perché se non te lo danno perdi tutti i soldi della caparra già versata.

Per far sì che questo non accada, gioca d’anticipo. Prima di partecipare all’asta rivolgiti alla tua banca di fiducia e chiedi se hanno il prodotto specifico per erogare il mutuo con la cosiddetta “Predelibera”, o “Voucher mutuo”,che è un accordo scritto, tra te e la banca, dove la Banca si impegna, generalmente per i prossimi 6 mesi, a erogarti il mutuo alle condizioni pattuite, a patto che le tue condizioni reddituali non cambino in quel lasso di tempo.

Qualora la tua banca non dovesse avere questo prodotto, ma ha comunque la convenzione con il Tribunale per erogare il mutuo per l’acquisto di una casa all’asta, va bene lo stesso. In questo caso non ti daranno la “Predelibera di mutuo”, ma ti faranno una loro proposta di finanziamento dove paleseranno la cifra che metteranno a disposizione per il mutuo, dopo esserti aggiudicato l’immobile, e le condizioni.

Attenzione però, mentre la predelibera è vincolante per la banca e si potrà sottrarre dall’erogare il mutuo solo se le tue condizioni reddituali si sono modificate, la proposta di finanziamento non è altro che un prospetto e non è in alcun modo vincolante per la banca. Quindi decidi bene se affidarti comunque alla tua banca di fiducia, qualora non potesse darti la predelibera, oppure se preferisci trovarne una apposta per avere la sicurezza e restare più tranquillo.

Elenco banche convenzionate per mutui aste giudiziarie

Come ti dicevo sopra, fortunatamente oggi è sempre più facile avere un mutuo per comprare casa all’asta, grazie alla convenzione tra la maggior parte dei tribunali che si occupano di aste immobiliari e l’ABI (Associazione Bancaria Italiana). Infatti nel bando di vendita degli immobili in asta vengono spesso riportare le banche che hanno la convenzione con quel tribunale.

Ricordati che ci sono banche che ti danno solo la loro proposta non vincolante e banche che ti danno la Predelibera, o Voucher mutuo. Scarica il pdf e scopri se la tua banca è tra quelle convenzionate.

Domande? Scrivici un commento qui sotto e ti risponderemo. Oppure iscriviti alla nostra newsletter per continuare a ricevere informazioni utili su come partecipare alle aste immobiliari e informazioni sul mercato e sugli investimenti immobiliari.

Se invece sei pronto a partecipare ad un’asta immobiliare facci sapere cosa stai cercando e ti terremo informati sulle prossime aste che potrebbero interessarti!

Lascia un commento