Chi si aggiudica un immobile e non paga il prezzo offerto rischia alcune conseguenze

Molte volte avrai sentito parlare dei vantaggi economici di comprare una casa all’asta. Il prezzo di acquisto è decisamente più basso, non ci sono i costi aggiuntivi del notaio (a meno che non si chieda il mutuo) e si possono ottenere le stesse agevolazioni fiscali per la prima casa valide per il mercato tradizionale.

Ma attenzione, chi partecipa alle aste immobiliari deve farlo con coscienza e responsabilità, l’offerta di acquisto infatti è irrevocabile. Vale a dire che, una volta inviata al tribunale esecutivo, non ci si può più tirare indietro. E dunque chi offre il prezzo più alto per una casa dovrà poi saldare il prezzo nel tempo e nei modi stabiliti, altrimenti rischia di dover pagare una sanzione.

Oltre a perdere la cauzione anticipata insieme all’offerta di acquisto, l’aggiudicatario che non versa il prezzo potrebbe avere alcuni problemi. Ecco tutti i dettagli.

Asta giudiziaria, cosa succede dopo l’aggiudicazione

Le sanzioni, come anticipato, sono una eventualità da non sottovalutare per chi partecipa alle aste immobiliari. Per questa ragione, prima di inviare l’offerta, bisogna avere le idee chiare ed essere certi di voler procedere all’acquisto. Come funziona esattamente l’asta e cosa succede dopo l’aggiudicazione?

Iniziamo con ordine. Dopo aver presentato l’offerta d’acquisto in busta chiusa, il giudice dichiara il vincitore dell’asta: ovvero colui che ha offerto il prezzo più alto. Una volta decretato il vincitore, viene concesso un margine di tempo massimo per saldare il prezzo, cioè pagare la somma offerta.

Soltanto dopo aver pagato il prezzo, il giudice potrà emettere il decreto di trasferimento, cioè l’atto ufficiale con cui avviene il passaggio di proprietà dell’immobile dal vecchio al nuovo proprietario. E quindi senza saldo prezzo non ci può essere la consegna delle chiavi dell’immobile.

Il mancato pagamento ha diversi effetti:

  • l’aggiudicazione non viene portata a termine
  • non avviene la consegna delle chiavi dell’immobile
  • il giudice può ordinare una nuova asta immobiliare nel tentativo di concludere la vendita
  • l’aggiudicatario perde la cauzione versata, che di solito è pari al 10% della somma offerta
  • il tribunale può stabilire altre sanzioni nei confronti dell’aggiudicatario dell’immobile

Per tutte queste ragioni, prima di partecipare all’asta bisognerebbe essere sicuri di voler concludere l’acquisto!

Quanto tempo ho per saldare il prezzo?

Le tempistiche per pagare la somma di aggiudicazione sono stabilite dalla legge e sono tassative. Oltrepassato questo termine non si può più inviare il pagamento e quindi si perderà l’immobile. Il tempo a disposizione è stabilito nell’avviso di vendita del tribunale, insieme a tutte le altre regole per partecipare alla vendita giudiziaria. Si tratta generalmente di 120 giorni da calcolare dalla data in cui si è tenuta l’asta. In alcune ipotesi residuali, tale termine scende a 60 giorni.

Le sanzioni in capo all’aggiudicatario dell’immobile che non salda il prezzo

Per mancanza di denaro, dimenticanza o a causa di un ripensamento, l’aggiudicatario della casa all’asta potrebbe non pagare la somma dovuta al tribunale. Come anticipato, in questa circostanza sono previste delle sanzioni in capo all’aggiudicatario dell’immobile che non paga la cifra offerta durante l’asta.

Alcune di queste sanzioni sono sempre dovute, ad esempio la perdita della cauzione versata, altre invece dipendono dalla gravità del fatto e dalla valutazione discrezionale del giudice. Se nella successiva asta la stessa abitazione viene venduta a un prezzo inferiore rispetto alla precedente, come sanzione aggiuntiva l’aggiudicatario deve pagare la differenza tra i due prezzi.

Ricapitolando, ecco le sanzioni in caso di mancato saldo del prezzo:

  • la cauzione versata non viene restituita, il giudice la trattiene perché il pagamento non è stato onorato
  • l’immobile andrà di nuovo all’asta, probabilmente a un prezzo inferiore, per questo l’aggiudicatario deve pagare la differenza di prezzo per non danneggiare creditori

Ora che conosci le sanzioni per l’aggiudicatario di un immobile che non paga quanto ha offerto, puoi capire come mai molte persone si affidano a esperti del settore per partecipare alle aste.

Infatti è fondamentale analizzare e conoscere lo stato dell’immobile, la presenza di abusi e ogni altro dettaglio che potrebbe far cambiare idea dopo aver presentato l’offerta. Perché correre il rischio di incorrere in spiacevoli conseguenze? Dai un’occhiata al sito Immobiliallasta.it, il portale autorizzato dal Ministero della giustizia dove trovare annunci interessanti di case all’asta ed entrare in contatto con personale specializzato. Potrai chiedere di essere seguito in tutte le fasi della vendita giudiziaria, senza rischiare “fregature”!


Iscriviti per ricevere la newsletter settimanale

Trova la tua casa all’asta in modo facile, comodo e sicuro

Lascia un commento