Hai trovato la casa dei tuoi sogni all'asta, ma devi presentare l'offerta in busta chiusa e non sai come fare? Tranquillo, ti spiego passo dopo passo cosa fare.

Trovare un’immobile all’asta è un lavoro di ricerca quotidiano e, dopo averla trovata, bisogna compilare e presentare dei documenti per poter essere ammessi a quella determinata asta immobiliare. Uno di questi è l’offerta in busta chiusa, sembra difficile da compilare e presentare, ma non ti preoccupare ti spiegherò come presentarla correttamente per essere ammesso all’asta immobiliare.

Offerta busta chiusa asta immobiliare

La busta dovrà essere chiusa, rigorosamente bianca, dovrà contenere l’offerta con tutte le informazioni utili per identificare l’offerente e l’immobile in asta. Insieme alla domanda dovrai allegare, come cauzione, un assegno circolare, che ti verrà poi restituito in caso di non aggiudicazione, dal valore pari al 10% del prezzo offerto. Esempio: se il prezzo offerto è di 50 mila euro, bisognerà presentare un assegno di cauzione pari al 10%, quindi dovrà essere di € 5.000.

Oltre all’assegno dovrai riportare sull’offerta i dati che riguardano la tua persona, che sono:

  • nome, cognome, data e luogo di nascita;
  • codice fiscale;
  • domicilio;
  • stato civile;
  • regime patrimoniale;
  • recapito telefonico e email;

Molto importante, alcuni Tribunali possono richiedere di scrivere sopra la busta chiusa, oppure all’interno dell’offerta compilata, dati che potranno essere leggermente differenti da quelli sopra menzionati (ad esempio il Tribunale di Monza richiede di scrivere sopra la busta un nome di fantasia e nell’offerta anche il numero di cellulare dell’offerente), e una cauzione differente (ad esempio per il Tribunale di Bologna serve un assegno pari al 20%), quindi ti consiglio di leggere attentamente il Bando di vendita.

Inoltre, se tu che presenti l’offerta sei sposato in comunione dei beni, dovrai riportare anche i dati del coniuge. Dopo aver inserito questi dati, dovrai scrivere i dati dell’immobile per cui presenti l’offerta (numero della procedura esecutiva, numero del lotto e, in alcuni tribunali, anche i dati catastali dell’immobile), quanto si offre e soprattutto i termini entro il quale si intende saldare l’immobile. In questo caso ti consiglio di scrivere sempre la frase “da saldare entro i termini previsti dal bando di vendita”. In allegato alla busta dovrai inserire fotocopia del documento d’identità, codice fiscale e marca da bollo da € 16, che dovrai attaccare sull’offerta compilata e sottoscritta.

Offerta asta immobiliare non valida

Può capitare che l’offerta venga rifiutata per alcuni motivi, ma conoscendoli in anticipo saprai che la tua offerta non verrà mai rifiutata. Generalmente, le cause maggiori di offerta non ritenuta valida dal Delegato alla Vendita, possono essere:

  • l’offerta viene presentata oltre il termine previsto, quindi in ritardo;
  • non viene presentato nessun assegno circolare o questo è inferiore al 10% del prezzo offerto;
  • il beneficiario dell’assegno circolare non è scritto bene
  • l’assegno non è circolare ma bancario o postale
  • l’offerta non sottoscritta
  • l’offerta presenta dei gravi errori quali: generalità dell’offerente, dati identificativi dell’immobile, prezzo offerta, modalità e tempistiche di pagamento

Per quanto alla marca da bollo, invece, anche se dovessi dimenticartela, non ti preoccupare, non si tratta di un grave errore ma di un semplice illecito amministrativo che potrai sanare direttamente comprando una marca da bollo prima dell’asta, oppure anche successivamente alla vendita all’asta (in questo caso potresti incorrere in sanzioni) se si tratta di aste telematiche, mentre per le aste fisiche il Delegato ti potrebbe chiedere di provvedere prima dell’inizio dell’asta.

Esempio di offerta busta chiusa asta immobiliare

Dopo aver appreso come e cosa presentare nell’offerta in busta chiusa per l’asta immobiliare, ti starai chiedendo “Cosa devo scrivere nel documento?” Tranquillo, ti allego qui un’esempio di offerta da compilare, stampare e inserire nella busta bianca. Per scaricare il documento clicca qui –>  Fac simile offerta asta immobiliare.

Se invece vuoi comprare una casa all’asta, ma non sai cosa fare, facci sapere cosa stai cercando subito. Noi di Immobili all’Asta.it forniamo assistenza gratuita, passo dopo passo.

Domande? Scrivici un commento qui sotto e ti risponderemo. Oppure iscriviti alla nostra newsletter per continuare a ricevere informazioni utili su come partecipare alle aste immobiliari e informazioni sul mercato e sugli investimenti immobiliari.

Questo articolo ha 14 commenti.

  1. Marcello

    Specificare meglio cosa va scritto sulla busta dell’offerta e cosa all’interno della busta. Grazie

    1. immobiliallasta.it

      Buonasera Marcello, grazie per il tuo commento.
      Mentre la struttura dell’offerta è molto simile da Tribunale a Tribunale e segue i punti delineati nel nostro articolo, le informazioni da indicare sulla busta che contiene l’offerta possono essere molto diverse e non è possibile dare delle linee guida valide sempre.
      Alcuni tribunali vogliono una busta completamente bianca, altri vogliono che siano indicati il nome del delegato e la data della vendita, altri ancora vogliono che l’offerta venga inserita in una doppia busta.
      Proprio per questo motivo, per evitare che l’offerta venga rifiutata, consigliamo sempre di leggere attentamente l’avviso di vendita, oppure di affidarti ad un esperto.
      Noi di Immobiliallasta.it offriamo proprio questo tipo di consulenza gratuitamente per tutte le aste in nostra gestione.

      Irene del Team di Immobiliallasta.it

  2. Giovanna

    Se l’offerta base e di 62000 e l’offerta minima di 46.600 posso offrire anche 50000

    1. immobiliallasta.it

      Buongiorno Giovanna, grazie mille per il tuo commento.
      Per essere ritenuta valida, l’offerta deve essere pari o maggiore dell’offerta minima. Nel tuo caso quindi, l’importante è che offri almeno 46.600 euro.
      Offrire di più rispetto all’offerta minima può essere un’ottima idea per due motivi:
      – solitamente le offerte vengono fatte uguali all’offerta minima: in caso di più partecipanti, offrire di più ti garantisce l’aggiudicazione se gli altri offerenti non vogliono rilanciare;
      – in caso di offerte uguali e nessun rilancio, l’aggiudicatario sarà chi ha depositato per primo: se depositi l’offerta a ridosso della data dell’asta, fare un’offerta un po’ più alta, nel caso in cui nessuno voglia rilanciare, ti permette di battere quelli che hanno depositato prima di te.
      Attenzione però: va bene fare un’offerta più alta dell’offerta minima, ma non esagerare. Ricordati che se sarai l’unica offerente la casa è tua in automatico e sarebbe un peccato pagarla molto di più rispetto all’offerta minima.

      Un caro saluto e in bocca al lupo per la tua asta!

      Irene del Team Immobiliallasta.it

  3. Tommaso Concari

    Salve, in caso di acquisto da parte di una coppia (non sposata) e volendo cointestare l’immobile, l’offerta dovrebbe contenere i dati di entrambi? Cambia molto l’impostazione per un acquisto di questo genere?
    Non essendo sposati, il regime patrimoniale va omesso?

    Grazie

    1. immobiliallasta.it

      Buongiorno Tommaso, grazie mille per il tuo commento.
      Per cointestare la casa ad entrambi è necessario presentare l’offerta a nome di entrambi, quindi inserire i dati e i documenti sia i tuoi che della tua compagna.
      Nel momento in cui come stato civile inserite “nubile/celibe” non è necessario inserire il regime patrimoniale.
      Ti consigliamo comunque di leggere bene l’avviso di vendita dove sono riportate tutte le indicazioni su come presentare l’offerta.

      Un caro saluto,

      Irene del team Immobiliallasta.it

  4. Vyacheslav

    L’offerta può essere fatta senza aiuto di nessuno come esempio un avvocato, ma semplice persona fisica inesperta?

    1. immobiliallasta.it

      Buongiorno Vyacheslav, grazie per il tuo commento.
      L’offerta può essere fatta anche senza l’aiuto e il supporto di un avvocato. Per essere sicuri di non sbagliare ecco a te qualche consiglio:
      1. leggi bene l’avviso di vendita: all’interno trovi tutto ciò che devi scrivere nell’offerta e tutti gli allegati necessari;
      2. prova a cercare sul sito del tribunale di riferimento il modulo per la partecipazione all’asta: molti tribunali mettono a disposizione un modulo da compilare così da avere una linea guida nella compilazione;
      3. se hai qualche dubbio o domanda o se indeciso su qualcosa, contatta il delegato alla vendita: uno dei suoi compiti è anche quello di aiutare eventuali acquirenti.
      In bocca al lupo per la tua asta!

      Irene del Team Immobiliallasta.it

  5. Vyacheslav

    Come fare l’offerta al asta da solo in via telematica?

    1. immobiliallasta.it

      Grazie Vyacheslav per questo commento.

      In questo nostro articolo trovi la guida da seguire passo passo per presentare un’offerta telematica!
      Facci sapere se ti è stata utile!

      Un saluto da Irene del Team Immobiliallasta.it

  6. Olena

    Salve, volevo chiedere se è possibile presentare la domanda di partecipazione all’ asta da madre divorziata e figlio sposato

    1. immobiliallasta.it

      Buongiorno Olena, grazie per il tuo commento.
      Certamente puoi presentare la domanda a nome tuo e di tuo figlio, così il bene verrà intestato ad entrambi.
      Mi raccomando, fai attenzione al regime patrimoniale di tuo figlio (sposato in separazione o comunione dei beni).

      Un caro saluto da Irene del Team Immobiliallasta.it

  7. Luca

    Buongiorno, scaricando il modulo standard del comune di milano viene riportata la dicitura “contro” da compilare.
    Es. Procedura n. XXX, contro XXX

    Sapete dirmi cosa significa e come va compilata per favore?
    Grazie
    Luca

    1. immobiliallasta.it

      Buongiorno Luca, grazie mille per il tuo commento.
      I dati che indentificano la procedura (tribunale, numero procedura e parti) sono quelli indicati nella prima pagina dell’avviso di vendita, proprio all’inizio.
      Se non trovi indicazioni rispetto alla dicitura “contro”, ti consigliamo di indicare solo procedura n. (nell’avviso potrebbe essere indicata anche come RGE).
      In bocca a lupo per la partecipazione.

      Irene di Immobiliallasta.it

Lascia un commento