Gli errori e le sviste che possono causare l'esclusione dalle vendite all'asta

Le aste giudiziarie sono un canale conveniente per comprare una casa o un terreno. I prezzi delle aste, infatti, sono decisamente inferiori rispetto al mercato tradizionale. Per questo sarebbe un vero peccato essere esclusi dalla possibilità di partecipare all’asta per via di sviste o errori formali.

Per partecipare alle asta bisogna seguire un determinato iter burocratico, indicato dal tribunale, compilare una serie di documenti e dichiarazioni e versare una caparra. Tutti questi passaggi sono fondamentali, per questo in caso di errore si rischia l’esclusione automatica dalla procedura di vendita.  Chi partecipa da solo, senza l’aiuto o i consigli di esperti del settore, può incappare in negligenze e perdere la possibilità di concludere l’affare e fare un investimento per il futuro.

Per evitare che ciò accade, ecco 3 motivi di esclusione da un’asta giudiziaria più comune e come fare ad evitarli.

Asta giudiziaria, gli elementi essenziali dell’offerta (se mancano si rischia l’esclusione)

I motivi di esclusione dall’asta giudiziaria devono essere mancanze gravi e non correggibili. Insomma, l’errore deve riguardare gli elementi fondamentali per presentare l’offerta di acquisto e identificare il partecipante. Per questo motivo, prima di vedere nel dettaglio i motivi di esclusione dall’asta giudiziaria, serve conoscere le informazioni indispensabili per presentare l’offerta. L’offerta d’acquisto è l’atto che il giudice dell’esecuzione valuta per stabilire chi può o non può partecipare all’asta.

Se decidi di partecipare alla vendita giudiziaria dovrai presentare l’offerta seguendo le istruzioni del tribunale. Le informazioni che non possono mai mancare – e che sono causa di esclusione dall’asta – sono quelle elencate nell’articolo 571 del Codice di procedura civile:

Per quanto riguarda il prezzo offerto, questo non può essere inferiore di oltre un quarto al prezzo stabilito dall’ordinanza del tribunale, se la cifra offerta non rispetta questi requisiti si rischia l’esclusione.

Altro motivo di esclusione è il mancato versamento della cauzione, cioè la somma di denaro che il partecipante deve versare al tribunale per manifestare il proprio impegno a partecipare all’asta e che, in caso di aggiudicazione, vale come acconto sul totale.

Gli errori sugli “elementi essenziali” dell’offerta (riguardo al prezzo offerto e alla cauzione) sono motivi di esclusione dall’asta e non possono essere integrati/corretti in un secondo momento.

Tutti i motivi di esclusione da un’asta giudiziaria

Oltre agli errori nell’offerta, vi sono altre motivazioni che possono comportare l’esclusione. Conoscerli è molto importante se non vuoi rischiare di farti scappare l’immobile su cui hai messo gli occhi e che ti permetterà di risparmiare un bel po’ di soldi.

Oltre al prezzo indicato nell’offerta e alla cauzione, ci sono altri motivi che causano l’esclusione automatica dalla vendita, senza possibilità di correzione. Uno di questi è il mancato rispetto delle tempistiche indicate dal tribunale esecutivo. Il termine è stabilito tassativamente all’atto di vendita; i pagamenti tardivi producono l’effetto di invalidare la partecipazione.

C’è poi un’altra motivazione che causa l’esclusione e che riguarda la qualità dell’offerente. La legge stabilisce che non possa in nessun caso partecipare all’asta il debitore a cui è stato pignorato l’immobile. Se il debitore dovesse presentare l’offerta d’acquisto sarebbe automaticamente escluso.

E invece i parenti del debitore possono partecipare all’asta? La risposta a questa domanda è affermativa. Moglie, figli, fratelli e genitori del debitore possono formalmente partecipare all’asta giudiziaria. Tuttavia per questi soggetti potrebbe essere molto complicato – se non impossibile – ottenere un mutuo bancario per avere la somma necessaria a pagare la casa in caso di aggiudicazione.

I 3 errori più comuni che causano l’esclusione dall’asta

Detto ciò, per aiutare chi intende partecipare all’asta ecco, in sintesi, i 3 motivi di esclusione dall’asta più frequenti, che non possono essere corretti e che, quindi, causano l’esclusione automatica:

  • l’errore nel versamento della cauzione, in misura inferiore o superiore rispetto a quanto indicato dal tribunale
  • l’errore nelle tempistiche, cioè se colui o colei che intende partecipare invia l’offerta oltre il termine
  • l’errore nell’identità, la persona che presenta l’offerta deve essere maggiorenne e non deve essere la persona a cui è stata pignorata e poi espropriata la casa

Gli errori che non causano l’esclusione

Ci sono alcuni errori che, anche se commessi, non causano l’esclusione dall’asta. Si tratta di sviste o refusi che possono essere corretti e modificati in un momento successivo.

Non sono motivi di esclusione dall’asta giudiziaria gli errori nel nome o cognome dell’offerente, i recapiti telefonici e le informazioni anagrafiche sbagliate. Se hai commesso degli errori di questo genere, niente paura! Potrai chiederne la correzione il giorno stesso dello svolgimento dell’asta.

Che succede se mancano documenti, ad esempio la carta d’identità

Che succede invece se dimentichi i documenti, ad esempio carta d’identità e patente? Secondo la Giurisprudenza maggioritaria la loro assenza non è un motivo di esclusione dall’asta. Vuol dire che se dimentichi di allegare la carta d’identità all’offerta non sarai automaticamente escluso! A questo errore si può  rimediare nel giorno dell’asta portando con sé il documento richiesto.

Per evitare sviste ed errori che potrebbero causare l’esclusione, molte persone preferiscono affidarsi ad esperti del settore per essere guidati in tutte le fasi dell’asta. Su Immobiliallasta.it troverai tante opportunità di acquisto in tutta Italia, immobili in asta per tutti i gusti e fasce di prezzo. Avrai inoltre la possibilità di confrontarti con personale competente in grado di darti utili consigli su quanto offrire e come partecipare. Un’occasione da non perdere se stai cercando una casa ma non vuoi spendere una fortuna!


Iscriviti per ricevere la newsletter settimanale

Questo articolo ha 2 commenti.

  1. Fabrizio Filippi

    Sono stato escluso dal Delegato di un asta del tribunale telematica, perché ho presentato la visura scaduta ….prontamente inviata al delegato,appena ho saputo della esclusione.E’ corretto??

    1. immobiliallasta.it

      Buonasera Fabrizio, grazie per il tuo commento.
      Ci dispiace molto per la situazione. Quando si partecipa all’asta è importante che ogni documento allegato non sia scaduto, altrimenti, come in questo caso, il rischio è l’esclusione.

      In bocca al lupo per la prossima asta!

      Il Team di Immobiliallasta.it

Lascia un commento