Anche in condomino si può passare alle energie rinnovabili: ecco le regole

I pannelli fotovoltaici sono una soluzione green per risparmiare sulle bollette e migliorare la classe energetica di un immobile. La loro installazione è possibile sia nelle abitazioni singole, come ville e case indipendenti, sia nei condomini.

Ma quali sono le regole e i bonus in vigore per l’installazione dei pannelli fotovoltaici in condominio? A precisare regole, limiti e agevolazioni ci sono diverse leggi, sentenze nonché chiarimenti dell’Agenzia delle Entrate. La particolarità dell’installazione dei pannelli solari in condominio è il fatto che il tetto condominiale appartiene a tutti i condomini, e non soltanto a chi desidera passare alle fonti di energia green. Le ultime sentenze al riguardo, specificano che si possono installare i pannelli fotovoltaici in condominio anche ad uso del singolo. Ecco i dettagli su come procedere e le agevolazioni fiscali disponibili.

Installazione pannelli fotovoltaici condominio: come funziona

A prescindere dalla grandezza del condomino e dal luogo in cui è ubicato, installare il fotovoltaico sul tetto è certamente possibile. Le norme in vigore consentono – anzi agevolano – i cittadini che desiderano passare alle fonti di energia rinnovabile. Quindi, a meno che non ci siano divieti specifici (ad esempio nel caso di edifici storici o tutelati dai beni culturali) l’installazione dei pannelli fotovoltaici in condominio non può essere ostacolata.

In ambito condominiale gli impianti fotovoltaici possono essere di due tipi:

  • centralizzato, cioè un impianto unico per tutti i condomini la cui energia prodotta viene usata per alimentare l’illuminazione delle parti comuni e dell’ascensore
  • ad uso personale, cioè installati a spese del singolo e per ridurre il consumo e i costi personali delle bollette

In entrambi i casi serve informare l’assemblea di condominio e l’amministratore e verificare che non siano presenti divieti e limiti stabiliti nel regolamento condominiale. In generale, l’assemblea non può opporsi all’installazione dei pannelli, anzi la legge agevola la transizione green con detrazioni e bonus.

Come ripartire il tetto condominiale

Il tetto dell’edificio condominiale appartiene a tutti i condomini, e allora come si fa a ripartire per l’istallazione i pannelli fotovoltaici? A tal proposito non esistono criteri matematici predefiniti, il Codice civile si limita a sancire che la ripartizione non deve danneggiare nessuno. Spetta all’assemblea di condominio stabilire la segmentazione del lastrico solare per consentire, a chi fosse interessato, di installare i pannelli in base ai millesimi di proprietà di ciascun condomino.

I bonus in vigore per installare i pannelli fotovoltaici

Sia per i condomini che per le case singole, e ci sono diversi bonus e agevolazioni in vigore per installare i pannelli recuperando parte della spesa. L’installazione del fotovoltaico sul tetto non è sicuramente un’operazione economica, ma rappresenta investimento per il futuro in quanto aiuta ad abbattere le spese delle bollette.

Tra le agevolazioni disponibili c’è il bonus Ristrutturazioni, grazie a questo bonus il richiedente può detrarre il 50% dell’Irpef fino al massimale di spesa di 96.000 euro per tutto il 2024. Possono richiederlo i cittadini che seguo lavori di ristrutturazione edilizia, restauro conservativo e risanamento su immobili a uso abitativo. Tra i lavori ammessi c’è anche l’istallazione dei pannelli fotovoltaici sul tetto, sul balcone o sulla facciata.

Altra via per installare i pannelli in modo agevolato è l’Ecobonus; questo bonus dà la possibilità di detrarre il 50% Irpef della spesa di posa e installazione di pannelli solari e sistemi di accumulo. Anche in questo caso la spesa massima ammessa è di 96.000 euro e i lavori in questione devono avvenire entro il 31 dicembre 2024.

Pannelli fotovoltaici, si possono installare in una casa comprata all’asta?

I pannelli fotovoltaici, e i relativi sistemi di accumulo, si possono installare in qualsiasi edificio che abbia una buona esposizione al sole. Anche nelle case acquistare all’asta.
Chi compra un immobile all’asta può installare qualsiasi fonte di energia rinnovabile (anche eolico e geotermico) ed eseguire le ristrutturazioni che preferisce. Inoltre per le case all’asta valgono gli stessi bonus, agevolazioni e detrazioni che sono in vigore per gli immobili acquistati sul mercato tradizionale.
Per questo motivo chi compra nelle vendite giudiziarie ha un doppio vantaggio:

  • può acquistare un immobile ad un prezzo decisamente inferiore rispetto al mercato tradizionale (fino al 40% in meno)
  • può investire i soldi risparmiati in opere di ristrutturazione e riqualificazione energetica sfruttando i bonus in vigore

Forse non sai dove trovare annunci di case all’asta chiari: la soluzione è Immobiliallasta.it! Un portale dedicato interamente alle aste immobiliari, dove trovare appartamenti, ville, case indipendenti e molto altro in tutta Italia. Il personale di Immobiliallasta.it, inoltre, saprà guidarti in tutte le fasi della vendita, limitando il margine di errore e consigliandoti il giusto prezzo da offrire. Un’occasione da non farsi scappare!


Iscriviti per ricevere la newsletter settimanale

Lascia un commento