Esistono tanti modi per guadagnare, tra cui comprare una casa all'asta da rivedere o affittare

Le aste immobiliari sono un’ottima strategia di guadagno, sia per chi intende comprare per rivendere immediatamente sia per affittare e avere una rendita fissa.

Guadagnare vendendo la casa all’asta è possibile grazie ai prezzi decisamente più vantaggiosi. Infatti il costo degli immobili pignorati e poi venduti dai tribunali sono inferiori rispetto a quelli presenti sul mercato tradizionale. Di conseguenza per aggiudicarsi la casa servono meno soldi e meno passaggi burocratici (ad esempio, nelle aste non è richiesto il passaggio dal notaio per la stipula del rogito)!

Prima di procedere  bisogna valutare diversi fattori per stabilire se dalla vendita all’asta sia possibile guadagnare veramente. Ecco alcune considerazioni che dovresti fare:

  • la tipologia di immobile, se si tratta di un “taglio” appetibile sul mercato;
  • lo stato dell’immobile, quindi valutare se, oltre alla spesa di acquisto, servono lavori di ristrutturazione (per i quali sono in vigore diversi bonus);
  • la zona in cui si trova la casa;
  • il prezzo a cui immobili simili sono venduti sul mercato tradizionale;
  • le spese accessorie da versare (ad esempio, il saldo delle spese condominiali arretrate).

Queste appena elencate sono solo alcune delle considerazioni necessarie per chi vuole partecipare ad un’asta e aggiudicarsi un immobile da vendere o affittare. In questa guida vedremo, step by step, come guadagnare vendendo casa e come partecipare alle vendite giudiziarie.

Come guadagnare con le aste

Guadagnare con le aste si può. Considerando i prezzi – sempre più elevati – degli immobili sul mercato tradizionale, sempre più persone si avvicinano al mondo delle aste sia per comprare la loro prima casa sia per fare un investimento. Se sei tra queste persone ci sono alcune cose che devi conoscere prima di presentare l’offerta in busta chiusa.

Le aste sono vendite gestite dai tribunali dove è possibile comprare a prezzi vantaggiosi immobili pignorati. Questi vengono messi all’asta e venduti a chi fa l’offerta più alta in base al “prezzo base” e alle indicazioni dell’avviso di vendita.

Dopo l’aggiudicazione l’immobile viene liberato a spese della procedura e poi trasferito all’aggiudicatario con l’emissione del decreto di trasferimento. Per quanto riguarda il saldo del prezzo, esattamente come avviene per le case in vendita da privati, l’aggiudicatario può chiedere un mutuo bancario. Naturalmente se la tua intenzione è vendere o affittare l’immobile per guadagnare, prima di procedere dovrai considerare:

  • il potenziale dell’immobile, cioè a quanto potresti rivenderlo;
  • le spese accessorie di ristrutturazione, manutenzione e varie ed eventuali;
  • la tassazione, che è più conveniente se si tratta di prima casa.

Per guadagnare vendendo la casa all’asta devi poi valutare per bene la perizia del tribunale, cioè l’atto contenente tutti i dettagli dell’immobile, anche la presenza di eventuali abusi da sanare.

Spesso per fare queste valutazioni è bene farsi aiutare da tecnici specializzati in grado di fare un preventivo delle spese necessarie per rendere gli immobili in asta “appetibili” sul mercato.

Guadagnare vendendo casa con le aste online

Analogamente alle aste tradizionali che si svolgono in presenza, anche le aste online sono un ottimo modo per guadagnare vendendo casa. Le aste online o telematiche sono vendite giudiziarie che si svolgono da remoto tramite connessione a Internet. L’offerta d’acquisto e gli altri documenti necessari vengono inviati in via telematica. Nel giorno e nell’ora stabiliti dal tribunale, i partecipanti devono collegarsi e attendere l’apertura delle buste; anche in questo caso vince chi ha offerto il prezzo più alto o chi è disposto a rilanciare di più.

Le aste telematiche hanno un vantaggio indiscutibile: consentono di partecipare comodamente da casa, sia da soli sia con l’aiuto di avvocati o esperti del settore.

Per poter partecipare e aggiudicarsi una casa da rivendere o affittare ecco i passaggi da seguire:

  • presentare l’offerta telematicamente allegando i documenti richiesti nell’avviso di vendita (anche l’assegno circolare da cui si evince il versamento della cauzione);
  • connettersi al Portale nel giorno e nell’ora indicati

Attenzione a due dettagli fondamentali: per partecipare ad un’asta online è indispensabile avere la PEC e la firma digitale.
Le considerazioni in merito alla convenienza dell’affare sono le stesse. Quindi se hai intenzione di vendere o affittare la casa dopo averla acquistata all’asta telematica devi considerare eventuali spese accessorie, lo stato dell’immobile, la sua posizione e così via.

Affittare o rivendere la casa all’asta: cosa sapere

Nelle aste chi offre o rilancia il prezzo più alto si aggiudica l’immobile. L’offerta di acquisto è irrevocabile, vale a dire che chi manifesta l’impegno a partecipare e versa la cauzione in caso di aggiudicazione non si può tirare indietro.

Il passaggio di proprietà vero a proprio avviene con l’emissione del decreto di trasferimento, per il quale può servire qualche settimana o un mese, in base al carico di lavoro del tribunale.

Una volta avvenuto il passaggio di proprietà, l’aggiudicatario ha davanti a sé diverse opzioni:

  • può scegliere di rendere l’immobile la sua abitazione principale (in questo caso potrebbe avere diritto al bonus prima casa);
  • può usare l’immobile come seconda casa per le vacanze;
  • può affittarlo;
  • può rivenderlo, in questo caso guadagnando sulla plusvalenza

Come vedi, una volta ottenuta la proprietà della casa all’asta è possibile disporre del bene come meglio si crede, esattamente come avviene per le case sul mercato tradizionale.

La via migliore per guadagnare vendendo casa è ristrutturare l’immobile e renderlo “appetibile” sul mercato tradizionale. In questo modo si avranno più possibilità di rivendere la casa e guadagnare sulla differenza tra prezzo di aggiudicazione e prezzo di rivendita.

Attenzione alla prima casa. Se per comprare l’immobile si è ricorso alle agevolazioni per l’abitazione principale (cioè lo sconto sulle imposte) il proprietario deve attendere 5 anni prima di vendere. Se non rispetta questo arco temporale perderà le agevolazioni.

Se il mondo delle aste immobiliari ti incuriosisce e non vuoi farti scappare un’occasione di guadagno, dai un’occhiata al sito Immobiliallasta.it. Qui troverai appartamenti, baite, ville, box e cantine da comprare ad un prezzo conviene e poi rivendere o affittare!


Iscriviti per ricevere la newsletter settimanale

Lascia un commento