Il fratello o la sorella del debitore esecutato possono comprare la sua casa all’asta? Chi non può partecipare all’asta e perché

Si sente spesso affermare che i familiari di un debitore non possano acquistare immobili nelle aste giudiziarie. Ma è davvero così? Ad esempio, è possibile per un fratello o una sorella del debitore partecipare all’asta, presentare offerte e aggiudicarsi l’immobile?

Sorprendentemente, la risposta è sì. Tuttavia, la partecipazione di fratelli e sorelle può talvolta incontrare ostacoli posti dalle banche. Se desideri approfondire questo argomento, non perdere questo articolo!

Il fratello o la sorella del debitore può partecipare all’asta: cosa dice la legge

Secondo l‘articolo 571 del Codice di procedura civile, chiunque può partecipare alle aste giudiziarie per l’acquisto di un immobile, con l’unica eccezione del debitore esecutato. Questo significa che i parenti del debitore, inclusi fratelli, sorelle, figli maggiorenni e coniuge, sono ammessi alla partecipazione all’asta e possono presentare offerte per l’acquisto dell’immobile pignorato.

Ma attenzione, non sempre il fratello o la sorella del debitore sono ammessi all’asta. Ciò per evitare una possibile interposizione fittizia e frode alla legge. Se viene dimostrato che la partecipazione di un parente è motivata da un intento fraudolento, come l’acquisto per conto del debitore per poi restituirgli l’immobile, la vendita può essere annullata. Questo è stato chiarito dalla Corte di cassazione nella sentenza n. 11258/2007. In conclusione l’asta non sarà valida se si prova che il debitore abbia incaricato un parente di acquistare l’immobile per aggirare il pignoramento.

Che succede se fratello o sorella del debitore partecipano all’asta

Un altro ostacolo pratico che possono incontrare i parenti del debitore è la concessione di un mutuo da parte delle banche. Alcuni istituti di credito, infatti, richiedono informazioni sul grado di parentela con il debitore prima di concedere un mutuo. Le banche possono decidere di non erogare il prestito in presenza di un legame familiare stretto, per evitare il rischio di interposizione fittizia.

Le banche adottano questa misura come tutela contro la possibilità che la vendita all’asta venga successivamente dichiarata invalida per frode. Se emergesse un accordo fraudolento tra il debitore e il parente acquirente, la banca potrebbe ritrovarsi in una situazione di rischio elevato.

Tirando le somme, fratelli, sorelle e altri parenti del debitore possono partecipare alle aste giudiziarie e presentare offerte per l’acquisto dell’immobile, a condizione che agiscano in buona fede e non per conto del debitore esecutato. Tuttavia, devono essere consapevoli delle possibili difficoltà nell’ottenere un mutuo bancario a causa delle politiche prudenziali adottate da alcune banche.

Il figlio del debitore può partecipare all’asta?

Sì, il figlio del debitore può partecipare all’asta giudiziaria per l’acquisto dell’immobile pignorato. Come indicato nell‘articolo 571 del Codice di procedura civile, chiunque – eccetto il debitore esecutato – può partecipare all’asta e presentare offerte di acquisto. Pertanto anche i figli del debitore, se maggiorenni, hanno il diritto di partecipare

La partecipazione del figlio all’asta deve avvenire in buona fede. Se viene dimostrato che il figlio partecipa all’asta con l’intento di acquistare l’immobile per conto del debitore, con il fine di restituirglielo e aggirare il pignoramento, la vendita può essere annullata (esattamente come accade nel caso in cui partecipino i fratello o altri familiari del debitore).

Similmente ai fratelli e alle sorelle, i figli del debitore potrebbero incontrare difficoltà nell’ottenere un mutuo per acquistare l’immobile all’asta.

Quanto si può risparmiare con le aste immobiliari?

Con i prezzi degli immobili in costante aumento nel mercato tradizionale, molte persone stanno iniziando a considerare le aste immobiliari come una valida alternativa. Partecipare a un’asta giudiziaria può infatti permettere di acquistare una casa con un risparmio fino al 40%!

Questo vantaggio economico è ancora più significativo se si pensa che è possibile beneficiare di tutti i bonus fiscali offerti dall’Agenzia delle Entrate per le case acquistate all’asta.

Non sai dove cercare immobili all’asta nella tua zona? È semplice, basta visitare Immobiliallasta.it, il portale ufficiale del Ministero della Giustizia. Qui puoi acquistare una casa all’asta in tutta sicurezza, ottenendo un notevole risparmio sul prezzo finale!


Iscriviti per ricevere la newsletter settimanale

Questo articolo ha un commento

Lascia un commento