Solo un tipo specifico di firma digitale consente di partecipare alle aste: i dettagli

La firma digitale è uno degli elementi che ha rivoluzionato il modo di sottoscritte atti e documenti. Un metodo smart, veloce e agevole grazie al quale è possibile partecipare alle aste telematiche in totale comodità e sicurezza. Questa tipologia di vendita giudiziaria sta avendo una grande diffusione, si svolge online e consente di partecipare direttamente da casa tramite PC e connessione ad internet.

Ma attenzione al formato, le firme digitali non sono tutte uguali! Possono essere PAdES, CAdES o XadES, con estensione pdf, p7m o xlm. Ecco qual è il formato corretto della firma digitale per partecipare all’asta.

Cos’è la firma digitale

Quando si parla di “firma autografa” si intende l’apposizione del nome e del cognome da parte della persona che sottoscrive un documento o una dichiarazione ufficiale. E invece cosa si intende per firma digitale? A cosa serve e che caratteristiche ha?

Con l’espressione “firma digitale” si indica lo strumento informatico con cui firmare i documenti direttamente da PC o smartphone, senza dover scaricare e stampare alcunché. Il vantaggio della firma digitale, oltre alla comodità e alla rapidità di utilizzo, è che ha lo stesso valore della firma tradizionale, inoltre è più ecologica poiché incentiva il processo di dematerializzazione dei documenti.

Con la firma digitale l’autenticazione è certa poiché garantisce sia la paternità del firmatario che l’integrità del documento. Per questa ragione è uno degli elementi imprescindibili per chi desidera partecipare alle aste telematiche.

La firma digitale per l’asta telematica è sempre obbligatoria?

A questo dubbio molto frequente la risposta è affermativa. L’obbligatorietà della firma digitale è stata introdotta il 10 gennaio 2018, con l’entrata in vigore del Portale delle Vendite Pubbliche.

Per capire come mai la firma digitale è indispensabile bisogna comprendere il funzionamento dell’asta telematica. Nelle aste online l’offerta d’acquisto viene redatta via web, con un modulo del Ministero della Giustizia e messo a disposizione dal gestore della vendita tramite il portale di vendita accreditato. La vendita si svolge da remoto e per questo è fondamentale che l’offerente venga identificato con certezza e che l’offerta sia legalmente riconoscibile. E la firma digitale ha proprio questo scopo.

Dopo aver inserito i dati e i documenti richiesti per partecipare, il software genera l’offerta telematica sulla quale apporre la firma digitale. A questo punto il portale restituisce il documento completo (offerta_xxxxxxxx.zip.p7m) da inviare via PEC all’indirizzo offertapvp.dgsia@giustiziacert.it.

La firma digitale è così importante perché attribuisce valore legale ai documenti allegati e soddisfa le caratteristiche seguenti:

  • autenticità
  • integrità, poiché il documento non può più essere modificato dopo l’apposizione della firma
  • validità legale (quindi costituisce una prova utilizzabile in giudizio)

Quale formato deve avere la firma digitale per l’asta?

Con la firma digitale si può firmare qualsiasi file o documento. Tuttavia affinché sia valida, è importante fare attenzione al formato della firma digitale per l’asta telematica. Ve ne sono diversi a disposizione, che consentono di firmare un documento da PC, tablet o smartphone senza dover possedere chiavette usb, lettori smart card o installare alcun software. Il formato corretto per praticare all’asta deve essere CAdES con estensione p7m.

Per chi ancora non la avesse, la firma digitale per l’asta telematica si può attivare in tre modi direttamente online:

  • tramite SPID con le credenziali di secondo livello
  • con riconoscimento tramite Videochiamata Standard
  • con riconoscimento con Videochiamata Urgente

Per attivare la firma digitale per l’asta servono i documenti seguenti:

  • la carta d’identità, cartacea o elettronica oppure il passaporto
  • tessera sanitaria
  • casella di posta elettronica elettronica
  • numero di telefono cellulare

Le aste telematiche rappresentano un’interessante opportunità per acquistare immobili in tutta Italia senza la necessità di spostarsi da casa propria. Questo vuol dire che puoi partecipare senza dover raggiungere necessariamente di persona il tribunale che esegue la vendita.

Non sai dove trovare annunci interessanti di case all’asta in vendita? Ecco la soluzione per te: il sito Immobiliallasta.it! Un portale autorizzato dal Ministero della Giustizia facile da consultare, sicuro e dettagliato con la possibilità di avere il supporto di personale specializzato in tutte le fasi dell’asta!


Iscriviti per ricevere la newsletter settimanale

Trova la tua casa all’asta in modo facile, comodo e sicuro

Lascia un commento