Ecco quali sono le tempistiche dell'asta telematica asincrona

Le aste giudiziarie sono un modo alternativo per acquistare beni mobili ed immobili con delle regole peculiari, diverse da quelle delle compravendite tra privati o tramite agenzia. Non esiste un solo tipo di asta: la legge prevede diverse tipologie, differenti per modalità di partecipazione e tempistiche.

Una di queste è l’asta telematica asincrona. Si tratta di una vendita giudiziaria che si svolge interamente online con una tempo dilatato per presentare le offerte. Probabilmente a questo punto ti starai chiedendo quale sia la durata di un’asta telematica asincrona e quali sono le regole per partecipare. In questo articolo spiegheremo le informazioni principali di cui hai bisogno se intendi prendere parte ad un’asta telematica asincrona, in cosa si differenzia da quelle “sincrone” e qual è la sua durata.

Con queste informazioni avrai una panoramica più chiara della situazione e potrai decidere come e quando conviene partecipare!

Come funziona un’asta asincrona telematica

Prima di addentrarci nel merito della durata dell’asta telematica asincrona, è bene conoscerne a fondo il funzionamento. Come le altre tipologie di vendite giudiziarie, l’asta telematica asincrona è un procedimento che ha come fine l’aggiudicazione di un bene mobile o immobile pignorato per soddisfare i creditori del proprietario. Tutti possono partecipare ad un’asta telematica asincrona, purché maggiorenni, presentando l’offerta in busta chiusa, pagando il bollo e versando la cauzione (secondo le modalità stabilite per le aste telematiche).

Alla fine del procedimento, la casa o il bene mobile sarà aggiudicato alla persona che ha offerto il prezzo più alto entro i termini stabiliti dal giudice. Ed è qui che entra in campo un fattore determinante: la durata.

Per vincere infatti bisogna rilanciare più degli avversari prima della conclusione della vendita giudiziaria determinata dal giudice esecutivo. Per questo motivo conoscere la durata dell’asta telematica asincrona è fondamentale. Le caratteristiche delle aste asincrone – che le differenziano da quelle sincrone – è che i partecipanti e il professionista delegato non sono collegati simultaneamente e che offerte e rilanci si possono presentare in un lasso di tempo più lungo. Questo termine nelle aste sincrone va dai 15 ai 30 minuti, cosa che le rende particolarmente rapide. Nelle asincrone invece possono volerci diversi giorni, anche più di una settimana, prima di determinare chi è l’aggiudicatario.

Per partecipare all’asta telematica asincrona è importante sapere che tutte le fasi della vendita si svolgono online, dalla presentazione dell’offerta di acquisto all’aggiudicazione. Quindi è indispensabile essere muniti di una buona connessione internet, di un proprio indirizzo PEC e della firma digitale. I partecipanti riceveranno un avviso via PEC o sms della possibilità di rilanciare il prezzo e dell’avvenuta aggiudicazione.

Come avviene per tutte le aste (anche quelle non telematiche) chi non si aggiudica il bene riceve indietro la somma versata a titolo di cauzione, che di solito è pari al 10% del prezzo offerto.

Quanto dura l’asta asincrona

Prima di prendere parte ad un’asta immobiliare telematica che si svolge in modalità asincrona, è importante conoscere la sua durata. Il fattore temporale infatti è determinante per ottimizzare le possibilità di aggiudicazione del bene all’asta.

Le aste sincrone, come abbiamo visto, si esauriscono nel giro di pochi minuti e prevedono la connessione simultanea dei partecipanti e del giudice. E invece qual è la durata dell’asta telematica asincrona?

Per questa tipologia di aste telematiche le tempistiche sono più dilatate: generalmente la durata varia dai 7 ai 10 giorni. La durata maggiore è dovuta al fatto che il giudice o il delegato alla vendita non sono presenti e si offre almeno una settimana di tempo ai partecipanti per presentare le offerte.

Soltanto alla scadenza del termine (quindi dopo 7-10 giorni) il giudice/delegato potrà decretare il vincitore, cioè colui che ha presentato il prezzo più alto per l’acquisto. Il passaggio successivo è la compilazione del verbale di aggiudicazione nel quale si scrive nero su bianco il nominativo di colui o colei che ha vinto l’asta telematica asincrona.

La durata dell’asta telematica asincrona è decisamente più lunga rispetto a quella asincrona, ma questo non vuol dire che una procedura sia più conveniente rispetto all’altra. Si tratta soltanto di due tipologie differenti di procedere all’aggiudicazione di un bene mobile o immobile. Entrambe le tipologie di asta telematica sono accomunate dallo stesso scopo: vendere il bene pignorato al prezzo più alto per saldare i creditori.

Conoscere a fondo le regole delle aste è davvero importante se non vuoi farti scappare l’opportunità di aggiudicarti una casa ad un prezzo vantaggioso. Senza la giusta guida e il giusto bagaglio di esperienza si rischia di incorrere in errori che, anche se banali, possono comportare l’esclusione!

Se intendi partecipare ad un’asta telematica asincrona o ogni altro tipo di asta, non farti scappare le occasioni presenti sul portale Immobiliallasta.it. Qui troverai tanti annunci, divisi per zona, prezzo e tipologia di immobile e potrai chiedere il supporto di personale competente e pronto ad aiutarti!


Iscriviti per ricevere la newsletter settimanale

Lascia un commento