Se hai bisogno dei dati catastali di un immobile ti spieghiamo come trovarli, dove e chi può richiederli gratis.

Se vuoi scoprire cosa sono i dati catastali, come trovarli e dove (anche gratis) continua a leggere la nostra guida!

Infatti prima di comprare un immobile all’asta o sul mercato tradizionale è fondamentale verificarne i dati del Catasto, ovvero le informazioni contenute nella visura catastale che identificano una determinata proprietà.

Questi dati permettono di risalire alle anagrafiche degli intestatari di immobili e terreni, alla mappa, alla planimetria aggiornata e molto altro, in base alle necessità del richiedente.

Dati catastali: cosa sono e perché servono

Esattamente cosa sono i dati catastali, come leggerli e dove recuperarli? Partiamo dalle basi, cioè spiegando che informazioni contengono e perché sono così importanti.

Detto in termini semplici, i dati catastali sono le informazioni del Catasto che identificano un immobile, un terreno o altra proprietà da diversi punti di vista, sia tecnici che giuridici. Per questo motivo servono, ad esempio, per richiedere la TARI, la voltura energetica e il mutuo bancario.

Tra le diverse tipologie di dati catastali, i più richiesti in assoluto sono foglio, particella, planimetria e subalterno, contenuti nella visura catastale, che è un documento rilasciato dall’Agenzia delle Entrate (nei modi che spiegheremo più avanti).

Vediamo ora, nello specifico, quali sono i dati catastali più richiesti:

  1. foglio catastale: indica dove è ubicato un immobile e identifica la porzione di territorio del Comune rappresentata nella mappe del Catasto. Si tratta di un dato espresso in termini numerici
  2. particella catastale (anche detta “mappa”), all’interno del foglio, indica la porzione di terreno o fabbricato e l’area di pertinenza, anch’essa indicata con un valore numerico
  3. planimetria, da qui si evince la divisione degli spazi interni dell’abitazione, la destinazione dei locali, le altezze e il piano
  4. subalterno (qualora esistente) per il Catasto dei Fabbricati identifica la singola unità immobiliare esistente su una particella mentre per il Catasto dei Terreni si riferisce ai fabbricati ex rurali. In caso di condomini, ogni unità immobiliare ha un proprio subalterno invece per ville e case singole questo dato potrebbe essere assente

A cosa servono

Tornando al loro utilizzo, i dati catastali dell’immobile servono obbligatoriamente per la stipula di nuovi contratti di fornitura o variazione di quelli esistenti oppure per la concessione del mutuo.

Quindi, che si tratti di un immobile all’asta o sul mercato tradizionale, chi si rivolge in banca per un mutuo e per iscrivere l’ipoteca deve richiedere:

  • la copia dell’atto di provenienza dell’immobile
  • la visura
  • la planimetria
  • l’estratto della mappa catastale

A discrezione dell’istituto bancario al quale ci si rivolge potrebbero essere richiesti altri dati catastali in aggiunta a quelli elencati.

Dati catastali, come trovarli

Come abbiamo anticipato, si trovano nella visura catastale, che è un documento rilasciato dall’Agenzia delle Entrate.

La richiesta va fatta personalmente presso un qualsiasi Ufficio provinciale (allo sportello catastale dell’Agenzia delle Entrate) oppure in via telematica tramite il sito dell’Agenzia delle Entrate.

Il richiedente riceverà la visura catastale in formato cartaceo o, in caso di dati informatizzati, in un file di formato pdf.

Il rilascio delle visure catastali non è gratis, anzi prevede il pagamento dei tributi speciali catastali. Tuttavia sono esenti alcuni soggetti come i proprietari, i titolari di diritto di abitazione e altri diritti di godimento.

Per quanto riguarda gli immobili all’asta, i dati catastali devono per legge essere indicati nell’avviso di vendita pubblicato dal tribunale. Qui c’è la descrizione dell’immobile, il prezzo di vendita, la perizia tecnica, la planimetria e gli altri dati necessari ad identificarlo (ad esempio la conformità edilizia e la presenza di abusi edilizi, sanabili e non sanabili).

Come reperire i dati catastali gratis

Si possono reperire i dati catastali gratis e senza tributi attraverso il servizio di consultazione online dell’Agenzia delle Entrate. Questa procedura consente di accedere sia ai dati catastali che ipotecari.

La richiesta è gratis soltanto se il richiedente risulti essere il proprietario dell’immobile/terreno/fabbricato, anche per quota, o sia titolare di altri diritti reali di godimento.

Per accedere al servizio è necessario essere abilitati ai Servizi telematici/Fisconline.

banner blog desktop Immobiliallasta.it
banner desktop Immobiliallasta.it

Iscriviti per ricevere la newsletter settimanale

Lascia un commento