Quali sono le principali novità e cosa accadrà in futuro

Nel contesto delle politiche ambientali e della sostenibilità, si sta tentando di trovare soluzioni efficaci per rendere la casa più green, promuovendo edifici a basso impatto ambientale. In attesa dell’incontro del 12 ottobre, quando Parlamento, Consiglio e Commissione Ue si riuniranno per definire la bozza finale della direttiva per le case green (nuova Direttiva Europea EPBD), vediamo intanto di capire cosa sta cambiando realmente e quali sono le principali novità sulla casa green.

Cosa sono le direttive per la casa green

Prima di immergerci nelle novità, è essenziale comprendere che cosa si intende effettivamente per direttive sulla casa green. Si tratta di una serie di norme e regolamenti volti a promuovere la costruzione e la ristrutturazione di edifici in modo sostenibile, garantendo efficienza energetica, l’uso di materiali eco-compatibili e la riduzione delle emissioni di CO2.

Le novità principali sulla casa green

Le direttive sulla casa green sono in corso di aggiornamenti, ma ciò che è emerso di recente sono 5 punti fondamentali che meritano un maggiore approfondimento.

  1. Maggiore enfasi sull’efficienza energetica: oltre alla promozione di fonti rinnovabili, la nuova direttiva pone una particolare attenzione all’isolamento termico, all’ottimizzazione degli impianti e alla riduzione dei consumi
  2. Incentivi fiscali: per incentivare la ristrutturazione e la costruzione secondo i principi delle direttive casa green, sono stati introdotti nuovi incentivi fiscali e bonus per chi decide di investire in soluzioni green
  3. Standard più elevati: i requisiti minimi di sostenibilità e efficienza energetica sono stati innalzati, spingendo il settore edilizio verso standard sempre più elevati
  4. Certificazioni: per garantire trasparenza e credibilità, è stato implementato un sistema di certificazioni che attestano la conformità delle abitazioni alle direttive casa green
  5. Promozione delle energie rinnovabili: la direttiva ora promuove ancor più l’integrazione di sistemi come pannelli solari, fotovoltaici e pompe di calore nelle nuove costruzioni e ristrutturazioni.

Verso un’edilizia più sostenibile

L’importanza delle direttive casa green va oltre la mera costruzione di edifici sostenibili. Queste direttive rappresentano un passo verso un futuro in cui la sostenibilità non è un’opzione, ma una necessità. Contribuiscono significativamente alla riduzione delle emissioni di gas serra e promuovono un approccio al costruire che rispetta l’ambiente e i suoi abitanti.

Insomma, sono direttive volte a guidare il settore edilizio verso una direzione più sostenibile. Le ultime novità introdotte, in particolare, mirano a rafforzare e ampliare il loro impatto, rendendo la costruzione green non solo una tendenza, ma una norma.

Adeguarsi a questa vision non è solo una scelta etica, ma anche economica, grazie agli incentivi e ai benefici a lungo termine di edifici efficienti e sostenibili.

Comprare casa in asta per fare una scelta sostenibile

Vuoi contribuire alla riduzione del consumo del suolo e quindi fare una scelta sostenibile? Acquista in asta! In questo modo infatti da un lato risparmierai sul prezzo di vendita ( qui spieghiamo perché è vantaggioso comprare in asta) e dall’altro potrai ristrutturare immobili esistenti.

Vai su Immobiliallasta.it, il portale di riferimento in Italia per chi cerca immobili in asta certificati, e cerca la casa che fa per te in pochi clic!


Iscriviti per ricevere la newsletter settimanale

Trova la tua casa all’asta in modo facile, comodo e sicuro

Lascia un commento