Vuoi sapere come funzionano le aste immobiliari, come si partecipa e quanto offrire? In questa guida tutto su come funzionano le aste giudiziarie con incanto e senza.

Vuoi sapere come funzionano le aste immobiliari perché stai pensando di partecipare per comprare la prima casa o rivenderla. Probabilmente sul tema avrai sentito informazioni discordanti, in questa guida, invece, ti spiegheremo tutto sul funzionamento delle aste giudiziarie quindi come si partecipa, dove e come trovare le aste di immobili (e non solo), quanto costa e che fare se non si ha a disposizione la liquidità necessaria a saldare il prezzo. 

Ecco come funzionano le aste giudiziarie in Italia e come presentare l’offerta! 

Come funzionano le aste immobiliari

Le aste immobiliari in Italia funzionano secondo le regole indicate nel Codice di procedura civile e sono gestite dal tribunale esecutivo con l’ausilio di un delegato alla vendita e di un custode giudiziario. Le aste giudiziarie, detto in parole semplici, sono “gare” tra persone che vogliono aggiudicarsi una casa, un’automobile, barca o altro bene pignorato ad un debitore insolvente. 

Per capire come funzionano le aste immobiliari bisogna tenere a mente questi passaggi: 

  • trovare l’immobile all’asta direttamente online, consultare gli annunci, le banche dati ministeriali e gli avvisi di vendita del tribunale 
  • inviare la propria offerta seguendo le indicazioni dell’avviso di vendita (data, importo della caparra, condizioni e tipologia di asta, ad esempio con o senza incanto)
  • leggere attentamente la perizia sull’immobile e valutare il da farsi in caso di abusi edilizi
  • chiedere un mutuo in banca per comprare l’immobile all’asta se non si hanno a disposizione soldi necessari
  • presentarsi di persona nel giorno e nell’ora dell’asta con la busta chiusa contenente l’offerta e l’assegno circolare a titolo di cauzione, pari al 10% del prezzo offerto

Nel giorno fissato per l’asta immobiliare, il giudice apre le buste chiuse e aggiudica la casa a chi ha fatto l’offerta più alta. Se sono presenti più partecipanti, il giudice può a questo punto proseguire l’asta nei 10 giorni successivi, durante i quali si possono presentare offerte di importo superiore.  

Come funzionano le aste immobiliari con e senza incanto

Le aste immobiliari funzionano in modo diverso se sono con incanto o senza incanto. La più frequente è senza dubbio l’asta senza incanto, nella quale l’offerta va presentata in busta chiusa e non può mai essere inferiore alla base d’asta stabilita dal giudice. Chi intende partecipare deve versare un assegno circolare come cauzione del valore del 10% del prezzo offerto, che viene trattenuta in caso di ripensamento. Mentre, in caso di non aggiudicazione, l’importo versato viene restituito. Vince l’asta senza incanto la persona che ha offerto di più ma, in caso di un solo partecipante, l’offerta è valida solo se supera di un quinto il prezzo di partenza.

L’asta con incanto si svolge in maniera simile ma, a differenza di quella senza incanto, non è definitiva: significa che, anche dopo l’apertura delle buste, nei 10 giorni successivi si possono ancora presentare delle offerte migliorative.

Come e dove trovare le case all’asta

Gli annunci delle case all’asta sono pubblicati sul Portale delle vendite pubbliche del Ministero della Giustizia dove si può scegliere la categoria di asta giudiziaria a cui partecipare:

  • immobili
  • mobili
  • crediti/valori
  • aziende

Qui puoi trovare gli annunci, i tribunali esecutivi per ciascuna provincia e la lista dei portali autorizzati a comunicare i procedimenti immobiliari. 

Che fare se non si hanno soldi a sufficienza per comprare l’immobile

Si può partecipare all’asta senza avere a disposizione la liquidità per coprire il valore dell’immobile chiedendo un mutuo in banca: molti istituti bancari offrono la possibilità di stipulare un pre-mutuo ancor prima dell’aggiudicazione dell’immobile, con l’impegno di liquidare l’intera somma entro i tempi stabiliti dall’avviso di vendita. 

Alcune banche si impiegano anche a coprire il costo della caparra necessaria per partecipare all’asta immobiliare. 

Si può vedere l’immobile prima dell’asta giudiziaria?

L’acquisto di un immobile all’asta non è “a scatola chiusa”, contrariamente a quanto molti pensano. Le case pignorate si possono visitare prima dell’asta chiedendo appuntamento al custode giudiziario, il cui recapito è indicato nell’avviso di vendita dell’immobile del tribunale. Durante le visita è possibile visionare la casa, il capannone, il garage o altro bene messo all’asta e chiedere informazioni sui tempi di liberazione (se la casa è occupata).

Tempistiche e modalità della visita sono indicate nell’avviso di vendita del tribunale competente. 

Si può partecipare alle aste tramite agenzia?

Esattamente come avviene sul libero mercato, anche per partecipare alle aste giudiziarie ci si può avvalere di agenti immobiliari specializzati che seguono il cliente in tutte le fasi dell’asta, dietro provvigione. Tuttavia esiste un’alternativa completamente gratuita per partecipare all’asta con l’ausilio di professionisti: il nostro servizio non prevede spese aggiuntive, percentuali o provvigioni perché finanziato direttamente dai creditori.

banner blog desktop Immobiliallasta.it
banner desktop Immobiliallasta.it

Iscriviti per ricevere la newsletter settimanale

Questo articolo ha 5 commenti.

  1. Alfio Giuseppe

    Acquisto immobile giardini Naxos Messina

  2. Concetta

    Sono interessata. Per comprare un immobile indipendente. Grazie

    1. immobiliallasta.it

      Buongiorno Concetta, grazie per averci scritto.
      Compila la tua richiesta qui https://richiedi.immobiliallasta.it e riceverai una mail con una selezione di immobili apposta per te!

      Il Team di Immobiliallasta.it

Lascia un commento