Come pagare il Codice tributo 3801 e chi è tenuto a farlo

Il codice tributo è un numero che individua un determinato tributo da pagare allo Stato. Deve essere corrispondente ad un anno o ad un certo periodo e di solito è composto da quattro cifre. Altra informazione fondamentale è l’indicazione della Regione verso la quale si effettua il versamento.

Il codice tributo 3801 si riferisce all’addizionale regionale Irpef per le persone fisiche e il suo versamento avviene attraverso il Modello F24, nella sezione “Regioni”. Se l’importo dovesse risultare “a debito”, il contribuente può compensare con altri crediti verso l’Agenzia delle Entrate.

Ecco tutte le informazioni utili sul codice tributo 3801, come si paga, come compilare il modello F24 e chi è tenuto a farlo.

A cosa si riferisce il codice tributo 3801

Il codice tributo 3801, come anticipato, si riferisce all’addizionale regionale Irpef per le persone fisiche. Irpef sta per “Imposta sul reddito delle persone fisiche”, si tratta di una imposta diretta applicata sul reddito percepito dal contribuente. In realtà non esiste un’unica tipologia di Irpef, ve ne sono tre diverse:

  • l’Irpef destinata alle casse dello Stato, divisa in scaglioni in base al reddito percepito
  • l’Irpef regionale, a cui si riferisce il codice tributo 3801, i cui introiti sono destinati alle Regioni
  • l’Irpef comunale, i cui introiti sono destinati ai comuni secondo le percentuali stabilite dall’ente territoriale

L’importo da versare a titolo di Irpef varia a seconda della Regione e oscilla da un minimo dell’1,3% fino a un massimo del 3,3%.

Chi deve pagare il codice tributo 3801

Tutti i percettori di reddito con residenza fiscale in Italia devono pagare l’addizionale regionale e, quindi, usare il codice tributo 3801. Le modalità di pagamento cambiano in base a seconda che il contribuente sia un dipendente (quindi con contratto a tempo subordinato) o un lavoratore autonomo o libero professionista con partita Iva. Nel caso dei dipendenti, spetta al datore di lavoro calcolare e versare l’imposta, addebitandola in busta paga. Vuol dire che il contribuente non deve assolvere alcun obbligo.

Invece le ditte o i liberi professionisti devono provvedere autonomamente, in base al loro regime fiscale. Di solito l’addizionale regionale viene versata in un’unica soluzione al momento della compilazione della Dichiarazione dei redditi.

Chi non deve pagare il codice tributo 3801

Per legge ci sono alcuni soggetti che non sono tenuti a versare l’addizionale regionale. Si tratta di tre categorie di soggetti:

  • chi ha un Irpef inferiore a 12 euro
  • chi è soggetto ad una tassazione separata
  • chi ha un reddito esente dall’Irpef

Come compilare il Modello F24

Passiamo al lato pratico, come compilare il Modello F24 nella sezione dedicata alle “Regioni”. Il codice tributo 3801, indicante l’addizionale regionale, si può pagare con i servizi di e-banking, tramite intermediari finanziari o, per l’appunto, compilando l’F24 online. In quest’ultimo caso, i passaggi da seguire sono i seguenti:

  • inserire il codice tributo 3801 ed il codice Regione
  • indicare se si tratta di una o più rate
  • indicare l’anno d’imposta per cui si effettua il pagamento;
  • inserire l’importo a debito versato o a credito compensato
  • nel saldo finale inserire la differenza tra il totale degli importi a debito e quelli a credito

Quando scade il codice tributo 3801

La scadenza per il versamento del codice tributo 3801 dipende dal tipo di lavoratore. Se il contribuente è un dipendente l’addizionale regionale viene trattenuta direttamente dal datore di lavoro ogni mese. Mentre, se lavoratore autonomo, la scadenza è fissata entro il 30 giugno dell’anno in cui si presenta la dichiarazione.

Le tasse rappresentano una delle principali preoccupazioni per molte persone. Oltre alle tasse sul reddito, ci sono poi quelle sulla casa: per questo motivo acquistare un immobile è diventato ancor più costoso. Fortunatamente esiste un modo per comprare casa, spendendo meno e con una vasta scelta su tipologie e fasce di prezzo: le aste immobiliari! Le aste, contrariamente a quanto si pensi, sono un modo sicuro per comprare casa a prezzi vantaggiosi. La ragione è che il tribunale, prima di procedere alla vendita, effettua un controllo dettagliato sull’immobile, facendo una valutazione economica precisa.

Trovare immobili all’asta in vendita non è mai stato così facile: sul portale Immobiliallasta.it la scelta è vastissima! Inoltre un team dedicato di esperti del settore saprà guidare l’offerente in tutte le fasi della vendita, fino all’aggiudicazione e al saldo del prezzo! Cosa aspetti?


Iscriviti per ricevere la newsletter settimanale

Lascia un commento