Ti sei mai chiesto quanti soldi servono per partecipare alle aste? Ecco la risposta

Quando si pensa di comprare casa difficilmente si pensa alle aste immobiliari. Eppure questo canale di acquisto è sicuro tanto quanto le vendite sul mercato tradizionale. Infatti gli immobili in asta vengono “controllati” dai tribunali che si occupano delle vendita e, sui documenti tecnici, si trovano tutte le informazioni dettagliate di cui l’acquirente ha bisogno.

Tra i dubbi più frequenti che riguardano le aste c’è l’aspetto economico; per comprare casa all’asta quanti soldi servono? Contrariamente a quanti molti credono, per inviare l’offerta di acquisto basta versare una somma a titolo di caparra. Chi, in caso di aggiudicazione, non avesse la liquidità necessaria, può chiedere un mutuo in banca.

I mutui per le case all’asta, infatti, hanno le medesime condizioni e garanzie. Ecco cosa sapere sui soldi necessari, quanto versare e che succede in caso di non aggiudicazione.

Comprare casa all’asta senza soldi è possibile?

Se non ho abbastanza soldi posso comunque comprare una casa all’asta? Sarebbe bello poter acquistare immobili, o altri beni, senza i mezzi necessari, ma questo non è possibile. Comprare casa all’asta senza soldi non si può, anche se la spesa è decisamente inferiore ai prezzi del mercato tradizionale. La buona notizia è che, anche per comprare casa all’asta, chi non ha soldi può ottenere un mutuo bancario.

Tuttavia qualche “soldino” da parte bisogna averlo, poiché chi partecipa all’asta deve anticipare alcune spese:

Casa all’asta, quanti soldi servono per partecipare

Per partecipare ad un’asta quindi il requisito fondamentale è avere i soldi per la cauzione. In caso contrario l’offerta è considerata inammissibile e viene “scartata” dal giudice o dal delegato che si occupa della vendita.

A seconda della modalità con cui si svolgerà l’asta, la cauzione può essere presentata in due modi:

  • assegno circolare non trasferibile
  • bonifico intestato alla procedura

A questo punto può sorgere spontaneo un dubbio: che fine fa la cauzione? Ci sono due possibilità:

  • se ci si aggiudica l’immobile la cauzione viene trattenuta come anticipo
  • in caso di non aggiudicazione la cauzione verrà restituita il giorno stesso ad asta conclusa

A chi vanno i soldi delle case all’asta?

Le vendite giudiziarie hanno lo scopo di recuperare il denaro necessario a saldare i creditori. Quindi, una volta terminata la vendita, il giudice deve distribuire le somme ai vari creditori (se sono più di uno) in base al loro titolo.

Dopo l’aggiudicazione dell’immobile, i soldi versati dall’aggiudicatario distribuiti nella seguente modalità:

  • le spese accessorie saranno utilizzate per pagare il delegato alla vendita (professionista che conduce l’asta) e le imposte sull’acquisto dell’immobile (imposta di registro e così via)
  • i soldi ottenuti esclusivamente dalla vendita, invece, verranno distribuiti dalla procedura esecutiva al creditore

Ma chi sono questi creditori? I creditori non sono altro che i titolari del credito, per essere più chiari tra i creditori possiamo trovare le banche o i condomini, che potranno avvalersi dei beni del debitore per far fronte al debito maturato.

Partecipare alle aste è davvero conveniente. Si può risparmiare fino al 40% rispetto al mercato tradizionale! Inoltre si possono trovare in vendita diverse tipologie di immobili, dalle grandi ville ai piccoli monolocali. Se non sai dove trovare annunci interessanti e facili da leggere, non farti scappare il catalogo di Immobiliallasta.it. Qui troveri tantissimi annunci chiari e completi e un team di esperti pronto a rispondere ad ogni tuo dubbio sulle aste! Con Immobiliallasta.it partecipare alle vendite giudiziarie è ancora più sicuro!


Iscriviti per ricevere la newsletter settimanale

Trova la tua casa all’asta in modo facile, comodo e sicuro

Lascia un commento