Cosa succede quando si affitta un immobile: la residenza va cambiata?

Il contratto d’affitto può essere di diverse tipologie, breve, 3+2, per studenti e così via. A prescinde di quale affitto si tratti, proprietario e inquilino hanno precisi diritti e doveri tutelati dalla legge e dall’accordo vincolante tra le parti.

Chi va a vivere nell’immobile in affitto dovrà pagare il canone pattuito e occuparsi della manutenzione ordinaria, quella straordinaria invece spetta al proprietario. Oltre alla ripartizione delle spese, un altro dubbio frequente riguarda lo spostamento della residenza. Il proprietario di casa che mettere in affitto l’immobile può conservare lì la residenza? E, invece, gli inquilini sono obbligati a spostare la residenza?

Facciamo chiarezza sugli aspetti legali del contratto di locazione e cosa significa, al punto di vista pratico, cambiare la propria residenza.

Casa in affitto e residenza: cosa dice la legge

Chi possiede una seconda casa o una casa al mare spesso sceglie di mettere l’immobile in affitto e percepire il canone di locazione. Questa è una scelta economicamente vantaggiosa, della quale però derivano alcuni obblighi.
Quando una persona loca un’abitazione ne trasferisce il possesso e il godimento all’inquilino o agli inquilini. La proprietà, invece, resta a colui o colei che è titolare dell’immobile, anche se non vi abita.

Per tale motivo il proprietario di casa che loca l’immobile non può conservarvi la residenza. A questa regola, però, esiste una eccezione. Il proprietario può conservare la residenza nella casa in affitto se si riserva una parte di essa in cui abitare, anche una sola stanza.

Chi va in affitto deve cambiare residenza?

A questa domanda, molto frequente, la risposta non può che essere negativa. Chi va in affitto, a prescindere dal motivo e dalla tipologia di locazione, non è obbligato a cambiare la residenza. Significa che può conservare la vecchia residenza, anche se fuori regione.

Chi affitta una casa può conservare lì la propria residenza?

Prendiamo il caso in cui una persona che decida di mettere in affitto un appartamento di sua proprietà nel quale ha fissato la propria residenza. In tal caso può conservare lì la residenza anche se abita in un’altra casa?

Questa opzione espone ad alcuni rischi, in particolare la persona che conserva la residenza nell’immobile locato potrebbe esporsi al rischio di “dichiarazione di irreperibilità”; la conseguenza potrebbe essere la cancellazione dall’Anagrafe per l’impossibilità di reperire dove effettivamente si trovi. La cancellazione dal registro dell’Anagrafe ha notevoli conseguenze nella vita quotidiana:

  • si perde il medico di base, che viene assegnato nel Comune nel quale si ha la residenza
  • si perde il diritto di voto e le tessere elettorali perdono valore
  • provoca alterazioni nello Stato di famiglia
  • espone al rischio di accertamenti fiscali da parte dell’Agenzia delle Entrate

Quando è obbligatorio il cambio di residenza: i casi

Come abbiamo visto, cambiare la residenza quando si è in affitto non obbligatorio. Resta una scelta del singolo in base alle proprie esigenze e volontà. Tuttavia, in alcune circostanze, spostare la residenza nella casa in affitto è inevitabile.  È il caso di chi cambia casa in maniera non occasionale o transitoria. Per eseguire il cambio di residenza bisogna rivolgersi all’Ufficio Anagrafe del Comune di competenza e indicare il nuovo indirizzo.

Negli ultimi anni l’affitto è diventata una soluzione molto diffusa in tutta Italia, il motivo è che comprare casa è estremamente difficile a causa dei prezzi e dei tassi dei mutui alle stelle.

Ma c’è una soluzione per avere una casa di proprietà a prezzi modici: le aste immobiliari! Con le aste puoi aggiudicarti un immobile spendendo fino al 40% in meno rispetto al mercato tradizionale e avere una vasta scelta. Su Immobiliallasta.it puoi trovare annunci interessanti di case all’asta in tutta Italia e per tutti i prezzi. E se non sai come partecipare e vuoi consigli sugli step da seguire, personale esperto ti aiuterà in tutte le fasi, fino all’aggiudicazione!


Iscriviti per ricevere la newsletter settimanale

Lascia un commento