Costi, tempi e modi della cancellazione della trascrizione del pignoramento immobiliare

La cancellazione della trascrizione di un pignoramento è il procedimento che segue se le parti chiedono di “archiviare” l’iscrizione del tribunale. Il pignoramento immobiliare è una misura esecutiva con cui, su richiesta del creditore, il debitore non può disporre dei propri beni, venderli, donarli o danneggiarli. Si esegue il pignoramento quando vi è un credito certo ed esigibile che il debitore non ha saldato entro i termini di legge e, in alcuni casi che vedremo, la sua trascrizione si può cancellare.

L’iscrizione del pignoramento infatti non è definitiva: se l’iter continua si trasforma prima nell’esecuzione forzata e nella successiva vendita all’asta; invece se il debitore paga quanto dovuto o il creditore rinuncia al credito si può cancellare.

La cancellazione della trascrizione del pignoramento è un procedimento previsto nel Codice di procedura civile, ecco come si esegue, quanto costa e che documenti presentare.

Cos’è e chi esegue la cancellazione della trascrizione del pignoramento

Può capitare di avere problemi economici e, per questo, di non riuscire a pagare i propri debiti (ad esempio le rate del mutuo). In questi casi il creditore, la banca o soggetti privati, può chiedere che sia disposto il pignoramento dei beni mobili o degli immobili, inclusa la prima casa. Affinché sia valido e produca agli effetti previsti dalla legge, il pignoramento va trascritto nei Registri immobiliari per ordine del tribunale esecutivo.

In alcuni casi si può chiedere la cancellazione della trascrizione del pignoramento, in primis quando il debitore paga i suoi debiti. Dopo il pagamento infatti non vi sarebbe ragione per richiedere la misura. Quindi il pagamento del debitore è una delle ragioni che possono portare alla cancellazione della trascrizione del pignoramento immobiliare.

Per chiedere la cancellazione il creditore, su richiesta del debitore, deve attivare la procedura di rinuncia depositando un apposito atto formale in cancelleria. In questo modo il pignoramento verrà cancellato.
Altri casi in cui si può chiedere la cancellazione della trascrizione del pignoramento sono:

  • se debitore e creditore raggiungono un accordo
  • dopo la presentazione dell’opposizione alla decisione del giudice

A prescindere dal motivo per cui si chieda, spetta al tribunale eseguire la cancellazione dai Registri immobiliari.

Quanto costa la cancellazione della trascrizione del pignoramento

Trattandosi di una procedura formale, la cancellazione della trascrizione non è un atto gratuito. Si devono tenere in considerazione le voci di spesa seguenti:

  • 27 euro di emolumenti e diritti PRA
  • 48 euro di imposta di bollo e per il rilascio del certificato di proprietà

Si può pagare questa cifra sia in contanti che tramite bonifico seguendo le istruzioni rilasciate dal tribunale esecutivo. Se il pagamento avviene online, il sistema inoltrerà la ricevuta via posta elettronica all’indirizzo e-mail indicato.

I documenti necessari

Per ottenere la cancellazione del pignoramento immobiliare il richiedente deve essere in possesso della copia conforme dell’ordinanza di cancellazione, con il timbro di mancata opposizione/reclamo successiva all’istanza di ricorso o alla richiesta del creditore.

Cos’è nello specifico il pignoramento e quali sono le sue conseguenze sugli immobili? Come anticipato, il pignoramento è una procedura che scatta- su richiesta del creditore – qualora il debitore sia insolvente. Gli effetti dipendono da come si comporterà il debitore: se paga quanto dovuto o se raggiunge un accordo, il pignoramento viene ritirato e cancellato e non produce effetti. Caso diverso se il debitore non riesce o non vuole pagare quanto dovuto: in questa ipotesi il pignoramento diventa una espropriazione forzata e la casa viene messa all’asta.

La vendita giudiziaria ha lo scopo di recuperare la somma dovuta per tutelare la pretesa del creditore. Gli immobili vengono messi all’asta a prezzi davvero vantaggiosi per gli acquirenti, infatti – a causa delle numerose aste deserte – il prezzo scende drasticamente rispetto al valore di mercato. Questo è il motivo per cui molte persone iniziano a valutare il mercato delle aste immobiliari per comprare la casa in cui vivere o per fare un investimento. Se sei tra queste persone ma non sai dove trovare annunci interessanti di case in asta, non farti scappare le occasioni del sito Immobiliallasta.it! Oltre agli annunci, avrai la possibilità di chiedere il supporto di un team esperto per partecipare, versare la caparra, inviare l’offerta e concludere la vendita! Cosa aspetti?


Iscriviti per ricevere la newsletter settimanale

Lascia un commento