Cosa sapere sul bonus mutuo 2024 in caso di immobili all'asta

Il governo ha approvato una nuova misura agevolativa per aiutare chi ha un mutuo alle spalle. Si tratta del cosiddetto bonus mutuo, una agevolazione che consente di recuperare fino a 760 euro nella Dichiarazione dei redditi. Questo bonus vale soltanto per gli immobili “prima casa”, vale a dire quelli in cui il proprietario fissa la residenza.

Si tratta di un bonus molto vantaggioso che permette di recuperare parte degli interessi passivi pagati alla banca. A questo punto potrebbe sorgere un dubbio: il bonus mutuo 2024 vale anche per le case comprate all’asta? Ecco cosa sapere sulla detrazione  e come funziona il mutuo per la casa all’asta.

Bonus mutuo 2024, come funziona per gli immobili acquistati all’asta

Comprare casa è un investimento economico ingente; per questo motivo sempre più persone si avvicinano alle aste immobiliari, un canale alternativo che permette di risparmiare moltissimi soldi. La buona notizia è che, anche per le case in asta, ci sono diverse agevolazioni fiscali in vigore.

Ad esempio il bonus mutuo 2024 vale anche per le abitazioni aggiudicate in asta. La norma, infatti, non prevede nessuna differenza tra gli immobili acquistati nelle vendite giudiziarie e quelli acquistati sul mercato tradizionale. Esiste una condizione: la casa in questione sulla quale è stata acceso un mutuo deve essere “abitazione principale”.

Il bonus mutuo consiste nella detrazione fiscale fino al 760 euro all’interno della Dichiarazione dei redditi e riguarda gli interessi passivi pagati alla banca e le spese accessorie. Le condizioni sono le seguenti:

  • la casa all’asta deve essere adibita a “prima casa”
  • il richiedente deve essere il proprietario dell’abitazione
  • il mutuo deve essere sottoscritto entro 12 mesi prima o dopo l’acquisto dell’immobile

Mutuo per casa all’asta: cosa sapere

Il mutuo per chi acquista una casa all’asta è simile a un qualsiasi altro mutuo. Non ci sono differenze né dal punto di vista dei tassi applicati né dal punto di vista degli obblighi burocratici. Per poterlo richiedere infatti serviranno i documenti legati al reddito e garanzie del richiedente. Oltre alla documentazione di routine, chi si aggiudica un immobile all’asta dovrà fornire alla banca la documentazione legata all’immobile:

  • bando di partecipazione all’asta
  • documentazione anagrafica del richiedente
  • documentazione reddituale
  • perizia redatta da un tecnico
  • relazione notarile preliminare, se presente all’interno del dossier dell’immobile

In seguito, la banca invierà un perito per effettuare una valutazione propria dell’immobile. È importante considerare che il mutuo non può essere erogato per un importo superiore al prezzo di aggiudicazione, esso infatti copre l’80% del valore della perizia.

Nel caso di acquisto di una casa all’asta, potrai usufruire del mutuo prima casa il quale sarà agevolato dagli annessi benefici fiscali, se l’immobile è la tua abitazione principale. Nello specifico è possibile detrarre dall’IRPEF gli interessi passivi e i relativi oneri accessori pagati all’istituto di credito.

I requisiti necessari per ottenere le agevolazioni fiscali sul mutuo prima casa sono:

  • non aver usufruito di agevolazioni in passato, le detrazioni potranno essere applicate solo nel caso in cui l’oggetto di vendita e riacquisto sia sempre una prima casa.
  • risiedere nello stesso comune dell’immobile acquistato, in caso di cambio di residenza esso dovrà avvenire entro 18 mesi dalla data d’acquisto.
  • non è possibile essere proprietari al 100% o in comunione con il coniuge di diritti di proprietà(usufrutto, uso e abitazione) di un’altra casa nel Comune dove è situato il bene oggetto di acquisto
  • non bisogna essere titolari di quote o in comunione legale con il coniuge, su tutto il territorio nazionale, di diritti di proprietà o nuda proprietà (usufrutto e/o uso abitazione) di un’altra casa acquistata anche solo dal coniuge in cui si abbia usufruito delle agevolazioni fiscali prima casa.

Mutuo per casa all’asta: i rischi

È importante, prima di decidere di comprare una casa all’asta, informarsi sulla fattibilità di avere un mutuo perché:

  • avere la certezza di essere finanziabile ti permetterà di cercare la casa dei tuoi sogni con più serenità
  • al momento dell’asta saprai esattamente con quale budget potrai contare in caso di rilanci
  • non dovrai fare una corsa affannosa, dopo l’aggiudicazione, per cercare una banca che ti possa finanziare
  • eviterai il rischio di perdere la cauzione depositata per partecipare all’asta

A questo proposito puoi consultare l’articolo “Comprare Casa All’Asta Con Mutuo” dove troverai un elenco di alcuni istituti di credito.

Come fare se non si ha la certezza di aggiudicarsi l’immobile?

Nessun problema, esiste infatti la possibilità di richiedere all’istituto di credito una Predelibera del mutuo ovvero stipulare un accordo tra mutuatario e istituto di credito in cui viene valutata la prefattibilità del massimale dell’importo mutuabile.

In caso di predelibera, essa potrebbe avere una validità che varia dai 3 ai 6 mesi; se nel giro di quel lasso temporale non ti aggiudichi l’immobile questo accordo cesserà i suoi effetti e di conseguenza il mutuo non verrà erogato.

Nel caso in cui la proposta della banca non ti soddisfi, puoi sempre rivolgerti a un Consulente del Credito che ti aiuterà in questo percorso; anche in questo caso potrai richiedere una Predelibera, totalmente gratuita, e saranno a carico tuo i compensi del consulente solo in caso di buona riuscita del mutuo e al rogito notarile.

Comprare casa all’asta conviene, perché non provare?

Chi sceglie di comprare un’abitazione all’asta avrà diversi vantaggi economici. In primo luogo il prezzo è decisamente inferiore rispetto al mercato tradizionale; in secondo luogo vi è ampia scelta, ogni giorno infatti vengono messi all’asta in tutta Italia centinaia di immobili; terzo, ma non meno importante, le case all’asta sono sicure perché controllate dal tribunale che ne segue la vendita.

Non sai dove trovare annunci interessanti di case all’asta? Dai una occhiata al portale online Immobiliallasta.it, il sito autorizzato dal ministero della Giustizia dove fare affari in sicurezza, con il supporto di personale esperto e competente!

 


Iscriviti per ricevere la newsletter settimanale

Lascia un commento