Beneficiari, importo e interventi ammessi: quello che ancora non sai sull'incentivo

Se sei arrivato fin qui è perché, come tanti altri, stai cercando tutti gli incentivi che ti consentono di ristrutturare o migliorare l’efficientamento energetico della tua casa. Tra questi c’è anche il bonus infissi 2023. Ma a cosa serve? Chi può farne richiesta? A quanto ammonta? Approfondiamo l’argomento.

A cosa serve il bonus infissi 2023

Il bonus infissi 2023 è l’agevolazione fiscale prevista per chi deve sostenere le spese per:

  • coibentare o sostituire i cassonetti delle finestre
  • sostituire o integrare i componenti vetrati
  • installare nuovi infissi (finestre, lucernari, porte d’ingresso, persiane, scuri e avvolgibili)
  • sostituire o migliorare gli infissi esistenti

Per richiederlo però è fondamentale che l’unità immobiliare sia:

  • in regola con il pagamento dei tributi
  • accatastata
  • dotata di impianto di climatizzazione invernale

Chi può richiederlo

Possono richiedere il bonus infissi 2023 i seguenti soggetti:

  • i contribuenti con reddito d’impresa
  • i titolari di un diritto reale sull’immobile
  • gli inquilini o chi ha l’immobile in comodato
  • i condomini, se gli interventi vengono effettuati su parti condominiali comuni
  • le associazioni di professionisti
  • gli enti pubblici o privati che non hanno un’attività commerciale
  • le cooperative di abitazione a proprietà indivisa
  • il familiare convivente con il titolare dell’immobile oggetto dell’intervento

Importo e comunicazione all’ENEA

Il limite massimo ammissibile per la detrazione è di 60mila euro per unità immobiliare, purché vengano sostenute le spese per interventi migliorativi alla trasmittanza termica degli infissi. Per ottenerlo è necessario però comunicare all’ENEA (Agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l’energia e lo sviluppo economico sostenibile), entro 90 giorni dalla data di fine dei lavori, i dettagli delle spese sostenute.

Hai già dato un’occhiata agli altri bonus che puoi richiedere? Visita la sezione “bonus” del blog di Immobiliallasta.it. E se sei alla ricerca di un immobile, valuta l’opzione di acquistarlo all’asta.  D’altronde, risparmiare è la prima regola di chi vuole fare un affare, no?


Iscriviti per ricevere la newsletter settimanale

Lascia un commento