Comprare immobili nelle aste fallimentari conviene, ecco perché e come partecipare

Le aste sono un canale alternativo grazie al quale comprare la prima casa, un immobile da affittare o un capannone industriale. Possono finire all’asta molteplici beni, sia mobili che immobili, per ogni fascia di prezzo. Il vantaggio di acquistare all’asta è sicuramente il prezzo: si può arrivare a risparmiare oltre il 40% rispetto a quanto offerto sul mercato tradizionale.

Alcuni credono, erroneamente, che le vendite giudiziarie come le aste fallimentari non siano accessibili a tutti, ma non è così. Basta conoscere i canali giusti dove trovare gli annunci degli immobili all’asta e le regole per partecipare. Ecco una guida su come acquistare dai fallimenti aziendali, dove trovare case, uffici e molto altro a prezzi davvero vantaggiosi.

Guida completa per acquistare da fallimenti: dall’offerta all’aggiudicazione

Prima di spiegare le regole delle aste un chiarimento è d’obbligo: cosa sono esattamente le aste fallimentari? Si tratta di procedura di vendita giudiziaria conseguente al fallimento di un’azienda che, per pagare i debiti accumulati, deve vendere i propri beni. Per questa ragione nelle aste fallimentari si possono trovare in vendita sia beni immobili che strumenti adoperati nell’attività lavorativa.

Il ricavato della vendita servirà per pagare i debiti dell’imprenditore e le spese di procedura.

Chi è interessato ad acquistare da fallimenti deve conoscere alcune regole prima di inviare la propria offerta. La prima è capire a che tipo di asta si partecipa, quindi leggere con attenzione il bando e gli atti del tribunale, comprenderne il regolamento e le cause di esclusione.

Il secondo fattore a cui fare attenzione è l’individuazione del prezzo da offrire: questo deve basarsi sulla perizia tecnica predisposta dal tribunale (dove si trovano i dettagli dei beni in vendita) e sull’analisi dei prezzi di mercato. Fondamentale poi non offrire una cifra oltre le proprie possibilità: l’offerta d’acquisto infatti è irrevocabile! Vuol dire che chi viene dichiarato aggiudicatario non può tirarsi indietro.

Passando al lato pratico, ecco cosa serve per acquistare dai fallimenti:

  • essere in possesso dei documenti necessari per presentare l’offerta. Sono la carta d’identità, il codice fiscale e lo stato coniugale (per chi è sposato)
  • versare la cauzione nei tempi e nei modi stabiliti. Si tratta di una somma di denaro che serve a “bloccare” l’offerta e che viene restituita in caso di non aggiudicazione (in genere si tratta del 10% di quanto offerto)
  • pagare la marca da bollo da 16 euro
  • se l’asta si svolge in via telematica bisogna essere in possesso di Pec e firma digitale
  • se l’offerente è una azienda serve avere un rappresentante legale

Queste sono le indicazioni di base per l’acquisto da fallimenti e nelle altre vendite giudiziarie. Per evitare errori che causerebbero l’esclusione dall’asta potrebbe essere utile rivolgersi a esperti del settore.

Acquistare nelle aste fallimentari, vantaggi e svantaggi

Acquistare da fallimenti conviene? E se sì, quanto? Come anticipato, i prezzi vantaggiosi delle aste possono far risparmiare dal 30 al 40%. Oltre al risparmio effettivo si deve considerare che alle vendite all’asta si applicano le stesse agevolazioni sulla prima casa e che non bisogna pagare l’atto di trasferimento del notaio. Ciò perché al passaggio di proprietà penserà il giudice esecutivo.

Oltre al vantaggio economico vi sono però degli svantaggi da considerare:

  • gli immobili all’asta possano avere vincoli o gravami che ne riducono il valore o li rendono indisponibili
  • l’abitazione potrebbe essere abitata dal debitore o occupata abusivamente

Porre rimedio a questi svantaggi è possibile! Chi si rivolge a esperti del settore può ricevere consigli pratici e indicazioni per valutare se partecipare conviene oppure no.

Ecco dove trovare gli annunci delle aste fallimentari

Esistono diversi canali dove trovare annunci di case all’asta ma non tutti sono efficaci allo stesso modo. Per legge le aste devono essere pubblicizzate sia dai tribunali che ne gestiscono la vendita (sui siti ufficiali dei tribunali) sia all’interno del Pvp, il Portale delle vendite pubbliche.

Questi canali sono molto tecnici e usano un linguaggio giuridico che non è comprensibile per tutti. Ma non per questo bisogna rinunciare a comprare all’asta! Immobiliallasta.it è il portale di aste perfetto per chi cerca una casa a buon prezzo e non vuole correre rischi o commettere errori. Grazie ad annunci completi e dettagliati chi partecipa conosce ogni dettaglio dell’abitazione e ha tutti gli elementi per valutare che prezzo offrire. Inoltre su Immobiliallasta.it troverai personale competente e specializzato pronto ad aiutarti in tutte le fasi dell’asta, dalla presentazione dell’offerta d’acquisto al saldo del prezzo!


Iscriviti per ricevere la newsletter settimanale

Lascia un commento